Guardare e scaricare i video di Repubblica TV senza Flash Player

Se c’è una cosa che mi fa venire i nervi sono i siti web che discriminano artificiosamente gli utenti Linux. Per qualche motivo, sembra che il fatto di usare un sistema operativo più veloce, più sicuro e più stabile ci debba rendere vittime di dispetti bizzarri.

Poco tempo fa avevo parlato di MyMovies Live, ma recentemente mi sono imbattuto per caso sul portare Repubblica TV. Quello che ho visto è a dir poco incredibile: se proviamo a vedere un filmato, il portale ci risponde con un messaggio di errore.

errore_flash_Repubblica
Il discutibile messaggio di Repubblica TV

A prima vista potrebbe sembrare un avvertimento che ci ricorda di avere una versione vecchia di Flash Player, per qualche motivo. Peccato che questo messaggio compaia anche con la versione 21.0.0.213… che è l’ultima su tutte le piattaforme.

Guardando un attimo la struttura della pagina ho visto che, in realtà, ogni video di Repubblica TV è soltanto un semplicissimo file MP4. Oltre al danno, anche la beffa: infatti non servirebbe nessun plug-in per vedere i filmati.

Ho trovato questa cosa abbastanza snervante, per di più considerando il fatto che è possibile risolverla con pochissime righe di codice.

Infatti, è la prima volta che ho scritto uno script per un sito web digitando solamente 4 righe di Javascript, che sono andate al primo colpo senza nemmeno testarle. Questo mi rende davvero sbigottito e mi chiedo come mai Repubblica non possa fare una modifica così ovvia al portale per renderlo fruibile a tutti, senza dover usare un plug-in obsoleto e poco sicuro come Flash Player.

Ad ogni modo, col mio script si ottiene questo risultato:

crozza_video_repubblica
Video riprodotto direttamente in MP4 su Repubblica TV

Analogamente a quanto fatto per Rai, Mediaset, La7, RSI e BBC, ho pubblicato online lo script. In questo modo potete attivare la visione dei video anche nel vostro browser. 🙂 Vi ricordo che per installare gli script bisogna avere un’estensione per il browser:

Ah, il vostro browser deve essere in grado di riprodurre i video HTML5 in formato MP4.

Infine, vi basta cliccare il bottone per andare sulla pagina dedicata e completare l’installazione premendo Installa questo script:

Download — Video Repubblica in HTML5

Per salvare un video, basta cliccare col tasto destro sopra di esso e scegliere la voce apposita. 😀 Buona visione!

Guardare i film di MyMovies Live con Linux

Aggiornamento (dicembre 2016): Lawrence nei commenti ha suggerito una soluzione alternativa che non richiede Wine. Casomai provatela per prima.

Durante il periodo natalizio ho ricevuto questa domanda da parte di un lettore:

Come vedere i filmati da MyMovies Live su Ubuntu? Si può fare?

Dopo una breve verifica, ho scoperto che questo servizio mostra i filmati usando la tecnologia Flash. Quindi in teoria dovrebbe funzionare senza problemi su tutti i sistemi operativi. In realtà, i requisiti tecnici riportati sono:

Requisiti: Win/Mac + Flash Player – Consigliato: Firefox o Google Chrome
Test: esegui qui il test di connessione.

Flash Player è sostanzialmente identico su tutte le piattaforme, quindi non ci sono scuse. Senza giri di parole, MyMovies non ha cura di chi sceglie soluzioni di qualità come Linux. Siti web come Rai Replay, Video Mediaset, La7, Hulu e BBC iPlayer funzionano con Linux senza troppi problemi.

Se si tenta di visualizzare un film (ad esempio questo documentario), si ottiene il seguente errore:

errore_mymovies_linux
Errore di riproduzione su MyMovies Live

La soluzione è quella di installare una copia di Firefox e Flash Player per Windows, però sempre all’interno del vostro sistema Linux. 😀

Wine e PlayOnLinux

Wine è un progetto imponente che da anni consente di utilizzare moltissimi software per Windows su piattaforma Linux. La compatibilità è ottima per numerosi programmi, tra cui Firefox e Flash (che interessano a noi).

PlayOnLinux è un’applicazione che fornisce una comoda interfaccia a Wine, permettendo di gestire diversi programmi installati in più “unità virtuali”, cioè finti hard disk con finte installazioni di Windows. Il bello è che contiene già una lista di programmi “preconfigurati”, cioè con degli script che automatizzano l’installazione e la configurazione senza farla manualmente.

Perciò, vi consiglio di installare PlayOnLinux dal vostro gestore software (per esempio Ubuntu Software Center) e usarlo come interfaccia “facile” a Wine, in modo da ottenere il massimo risultato con il minimo sforzo. 😉

Fatto ciò, passiamo all’installazione vera e propria di Firefox.

Installare Firefox per Windows

Aprite PlayOnLinux e cliccate sul bottone + Installa. Apparirà una lista di applicazioni, voi scegliete la sezione Internet e quindi Mozilla Firefox, infine Installa. La procedura di installazione guidata somiglia all’installazione dei programmi per Windows, quindi dovrete premere Avanti alcune volte. 😉

La cosa importante è fare attenzione alle domande:

  • Metodo di installazione: scegliete Scaricando il programma
  • Lingua: presumibilmente vorrete l’italiano
  • Componenti addizionali: spuntate la casella Flash Player

Dovete quindi armarvi di un po’ di pazienza mentre il programma scarica automaticamente i componenti necessari e avvia l’installazione di Firefox.

firefox_playonlinux
Installazione di Firefox tramite PlayOnLinux

Finita questa prima fase, il browser si avvierà. Ora attendete senza fare nulla! PlayOnLinux infatti scaricherà il programma di installazione di Flash Player in pochi secondi e lo farà partire.

flash_playonlinux
Installazione di Flash Player tramite PlayOnLinux

Dopo aver installato Flash Player, non sarà necessario neppure chiudere il browser. Aprite un video di MyMovies Live (per esempio il documentario che ho linkato prima) e potrete guardare il film senza fastidi. 😀

mymovies_linux
Visione di un film su MyMovies Live

Dall’immagine che ho messo non si può vedere, ma sia l’audio che la funzione schermo intero funzionano correttamente.

Come ultima cosa, preciso che usare PlayOnLinux con lo script per Firefox installerà anche un’altra copia di Wine. È infatti possibile averne più di una. Se questo vi da fastidio, PlayOnLinux contiene un gestore di versioni di Wine per rimuovere quelle aggiuntive.

Inoltre, potreste voler pulire i file temporanei creati in queste due cartelle nascoste nella vostra home:

.PlayOnLinux/ressources    # sì, con 2 "esse"
.PlayOnLinux/tmp

Quest’ultimo passo non è obbligatorio, l’ho messo solo per completezza d’informazione. 😉 Potete anche cancellare l’icona di Firefox che viene creata sul vostro desktop, e avviarlo direttamente dal menu di PlayOnLinux quando vi serve.

MyMovies Live è il primo sito web con Flash che si lamenta opponendosi agli utenti Linux. Tuttavia, non escludo esistano anche altri siti “problematici” e discriminatori che probabilmente si riescono ad usare con lo stesso metodo. Se ne siete a conoscenza, fatemelo sapere. 😀

Buona visione!

Le dirette Mediaset ora si possono vedere e registrare senza Silverlight, anche con Linux

Ho pubblicato la versione 6.0 del mio script per guardare e scaricare i video dal portale Video Mediaset. La novità più importante di questa versione è il supporto ai canali in diretta. 

Per via di come è stato fatto il sito, le dirette dei canali sono normalmente visibili solamente con Silverlight, oppure con Google Chrome (ma non Chromium) tramite Widevine. Il nuovo script indica, sotto al player, due flussi M3U8 che si possono guardare (o registrare) con VLC o avplay:

Rilevamento dei flussi per i canali in diretta
Rilevamento dei flussi per i canali in diretta

Un’altra novità è la migliore gestione delle richieste di login. Ora dovrebbe essere visualizzabile qualsiasi video o diretta senza che il sito costringa l’utente a iscriversi. Se così non fosse, segnalatemelo.

Colgo l’occasione per ringraziare Daniele Giudice che mi ha suggerito l’idea e con cui ho discusso alcuni dettagli tecnici. Vi consiglio di visitare il suo sito web, contiene anche un utile script per il download dei video da Dplay. 🙂

Se avete già installato lo script, l’aggiornamento dovrebbe installarsi in breve tempo. Se invece non lo avete, o siete impazienti, correte subito a installarlo dalla pagina di download. 😉

How to download BBC iPlayer videos and radio programmes

Abstract (Italiano): Scrivo questo articolo in inglese perché (ovviamente) la registrazione dei video della BBC interessa maggiormente le persone che parlano inglese. Se lasciate un commento, gentilmente fatelo in inglese.

Abstract (English): I’m writing this post in English because (obviously) recording BBC videos is mostly of interest for those who speak English. Also, a small note for native speakers, especially British people: I’m Italian and I’m mostly used to write using American spelling. For this reason, the post may contain mistakes or American words which may seem unusual. I’m sorry for that. If you find errors (apart from AE spelling) let me know in the comments.

Introduction

I already wrote about downloading videos from the BBC and Hulu websites (in Italian), however it was about two years ago. Websites change and so does software, hence the suggested method of using get_flash_videos does not work anymore.

I also wrote a generic article about downloading videos from websites (in Italian, too) that contains many different use cases and examples. One of my readers asked for clarification about recording iPlayer videos, so I tried again myself. I was able to apply some of the techniques of my post, together with a couple of clever tricks to find the maximum quality.

Since the process is a bit involved, I wrote a small software which automates all the steps and tells you how to start the recording immediately. This program is actually a so called user script, i.e. a piece of software that runs directly into your browser.

This article explains how to download and install the script. Then it shows you how to use it and what you need to do to record BBC iPlayer videos. Before we start, you need to be able to trick the BBC website into thinking you are living in the UK. If you are actually living there, skip the next section.

Pretending to be in the UK

The BBC iPlayer service is officially available only in the United Kingdom. The website will check your IP address and refuse access if you are trying to watch content from another country. To fix this problem, you need to use a technique to access the site through a server in the UK.

Usually the best tool for the job is a VPN service. VPNs are used to establish secure connections to private networks over the Internet, but may also be used to avoid geographical restrictions of websites.

There are many different VPN services. Most of them are paid (although cheap), while some are free. Among the best options, you can:

  • use VPNGate by choosing a node in the UK
  • use CyberGhost with free UK servers
  • use VPNOneClick
  • get a cheap lifetime deal for a professional VPN, such as:

CyberGhost is an interesting VPN service with a convenient free tier for Android devices, Windows and OS X. Unfortunately, the free option is not officially available for the operating system everyone should be using, i.e. Linux. I plan to investigate a bit more about this severe limitation.

Luckily, I also wrote a Python script for easily using VPNGate by specifying only the desired country which works perfectly on any Linux distribution, including Ubuntu, Mint, Fedora, OpenSuse and Mageia. You can check it out here.

You may also try VPN OneClick, which lists UK among the servers. Regardless of what VPN service you choose, once it is activated, you are ready to go on and start recording videos from iPlayer.

Script installation

To run the user script in your browser, you need to install an extension. This varies depending on your browser. The following are recommended:

After this step, you can click the following link to open the script page on Greasyfork. On the page that shows up, click on the Install this script button to complete the procedure.

Download — BBC iPlayer video download

You are now ready to start downloading.

Recording videos

The next time you open a video page on iPlayer, you’ll see that the script adds a box under it with some instructions and a command line. The following pictures shows an example with this video. You can see a reference to avconv, which was suggested previously, however now the recommended tool is ffmpeg.

Example of the output of the script
Example of the output of the script

The command line displayed in the gray box is a one-liner you can use together with ffmpeg. This is a software used to convert and record video files, which can be installed on any of the common Linux distributions such as Ubuntu. More informations are available on the official website. To start the download, carefully copy the entire content of the gray box (and nothing else) and paste it into a terminal window, then press Enter.

Downloading a video with ffmpeg
Downloading a video with ffmpeg

As you can see from both figures, the file is saved into a MP4 container and the name corresponds to the title of the video.

It should also be possible to download the software for Windows or Mac. On Windows you just need to create a new file called download.bat (with Notepad, or any other editor) in the same directory of ffmpeg.exe and copy-paste the command line into it. After that, you click the bat file and it should start downloading. However, using those operating systems is not recommended nor endorsed.

I cannot provide support to Windows or Mac users, since I don’t use those systems and they are proprietary software. If in doubt, please use Linux, or find an expert to help you with your OS. If you need help to follow this guide and you use Linux, of course leave a comment and we will try to figure it out together.

As an alternative to ffmpeg, you may want to try the recording features of VLC by just feeding it with the M3U8 URL that appears inside quotes. However, pay attention! You may accidentally enable video transcoding, potentially extending the time necessary to download and degrading the quality. For this reason I recommend you use ffmpeg.

Recording radio programmes

Starting from version 3.2, the script supports radio programmes such as those provided by BBC School Radio. The process is exactly the same as recording a video, including the command line provided for ffmpeg.

As an added bonus, the command line for audio files is tweaked so that you will directly get a file converted to MP3 for maximum compatibility!

Conclusion

The script I developed allows to automate all the necessary steps required to ensure the highest possible quality during the downloading. In particular, the script does the following:

  • find the configuration of the player for mobile phones
  • get the list of M3U8 URLs for different bitrates
  • look for the best available bitrate for desktop computers
  • tweak and simplify the M3U8 URL for the best quality
  • show the command line to the user

Performing the process manually is time consuming, error-prone and tedious if done multiple times. In this way it should be much easier for those who just want to record a couple of videos to watch them with a modern TV, on the train or keep them in a personal library.

Moreover, starting from version 3.0 the script shows you a download link to the original subtitles in TTML format (which is not very widespread). In addition, it performs an automatic conversion to the commonly used SRT format for your convenience.

Happy downloading! 🙂

Did you like the article?

Writing software and tutorials like this takes time. If you found the provided information useful, and you liked the post, you may buy me a coffee by clicking on the button. 🙂 If you do so, please leave a message on the donation page telling me it’s for this script.

Coffee

Script per Video Mediaset 5.2: design aggiornato e lo schermo intero per davvero

Oggi ho rilasciato la versione 5.2 per il mio script che permette di scaricare i filmati da Video Mediaset. Anche se la precedente 4.6 ha “resistito” al cambio di grafica, continuando a funzionare, ho preferito adattare lo script al nuovo design del sito e semplificare un po’ le cose.

Avrebbe dovuto essere la 5.0. Tuttavia, in seguito sono venute fuori complicazioni con Firefox, poi ho scoperto anche che hanno cambiato le carte in tavola per quanto riguarda le estensioni e di conseguenza anche Greasemonkey. Pertanto avevo dovuto “ripristinare” la 4.6, inventandomi la versione 5.1.0.4.6 (copia-incolla della 4.6).

Cos’è cambiato di preciso? In realtà non molto… Prima, su Greasemonkey l’autore di uno script poteva inserire oggetti e pezzi di codice all’interno della pagina. Io per esempio inserisco la barra verde contenente i link al video. Ora non più, bisogna usare le funzioni apposite fornite da Firefox, come ad esempio exportFunction.

Conclusione? Si fa la stessa cosa, non cambia niente. Solo che bisogna farlo in modo complicato, e così facendo bisogna istruire gli altri browser (per esempio Chromium) su cosa sia exportFunction, che è una prerogativa esplicita di Firefox. Da qui la perdita di tempo, visto che per pura coincidenza una nuova funzionalità che volevo aggiungere aveva bisogno di fare ciò.

Benvenuti all’Ufficio complicazione affari semplici. 😛

Comunque… a parte lo sfogo tecnico sul fatto che gli sviluppatori Firefox pensino che noi non abbiamo niente di meglio da fare che aggiornare i nostri script per niente, alla fine la nuova versione è pronta.

Vediamo i cambiamenti principali. Innanzitutto, ho rimosso tutta la parte di gestione del player. Video Mediaset ora usa HTML5 ogni qualvolta sia possibile, ripiegando su Flash Player in caso contrario. Niente più offensive discriminazioni per noi utenti Linux. 😀

Ho potuto quindi concentrarmi sul migliorare il riproduttore fornito da Mediaset. Dato che la modalità “schermo intero” che hanno messo è abbastanza buffa (e finta), ci ho messo un po’ del mio e ho fatto delle modifiche. Cito testualmente dall’articolo sullo script:

A partire dalla versione 5.2 dello script, ho inserito una funzionalità che migliora notevolmente la modalità “schermo intero” e il player fornito da Video Mediaset. In particolare:

  • usa il vero full screen, invece di un ingrandimento del filmato ai bordi della pagina
  • funziona con il riproduttore HTML5, sia su Firefox che su Chrome/Chromium
  • nasconde il cursore del mouse che diventa visibile solo muovendolo verso il basso, dove ci sono i controlli del player
  • elimina la pubblicità che precede il filmato

Nelle seguenti immagini potete vedere la differenza tra la modalità a schermo intero di Video Mediaset e quella col mio script attivato:

Devo dire comunque che Mediaset ha fatto un buon lavoro con il portale, la nuova grafica è molto pulita e si focalizza sui contenuti più che sulle decorazioni inutili. Ottimo anche il passaggio ad HTML5. 🙂

Come sempre, potete attendere che lo script si aggiorni automaticamente, oppure accorciare i tempi e installarlo manualmente. Buona visione! 😉

Risolvere i problemi di riproduzione dei file MKV

Recentemente abbiamo acquistato un televisore LED della LG. Per provare la funzionalità di riproduzione USB, ho messo sulla chiavetta alcuni video di trasmissioni televisive.

Ho usato sia dei programmi RAI, che si possono scaricare seguendo le mie istruzioni, sia alcuni episodi dei Cesaroni, scaricati da Video Mediaset con il procedimento di cui vi ho parlato in quest’altro articolo.

Nel primo caso, si trattava di file MP4, e ho verificato che funzionano perfettamente. Posso riprodurre i filmati, usare l’avanzamento veloce (anche fino a 16x), riavvolgere, saltare a un punto preciso, eccetera. Il problema invece è sorto con la fiction salvata da Video Mediaset.

Come ben sapete, quando salvate filmati Silverlight utilizzando ismdownloader, il programma produce in uscita un video in formato Matroska, con estensione MKV. Il televisore lo riproduce, tuttavia i problemi iniziano quando si tenta di usare l’avanzamento veloce.

Nel tentare di superare la velocità 2x, un triste messaggio appare in mezzo allo schermo:

Messaggio di errore del televisore tentando di usare l'avanzamento veloce su un filmato MKV
Messaggio di errore del televisore tentando di usare l’avanzamento veloce su un filmato MKV

Ancor peggio, quando si vuole riavvolgere il filmato, si riceve la stessa risposta:

Funzione al momento non disponibile

Questo è scomodissimo, perché se per qualche motivo non abbiamo capito una frase e la vogliamo sentire nuovamente, non possiamo. Se per sbaglio premiamo stop dopo aver visto mezz’ora di filmato, non siamo in grado di riprendere la riproduzione se non dopo 15 minuti di avanzamento a velocità 2x.

Un problema assai simile succede anche con alcuni software di riproduzione: mentre VLC e Totem riescono a farci vedere il video e ci permettono di saltare in qualsiasi punto (operazione chiamata seek), Mplayer non lo permette.

Ho cercato di trovare una soluzione al problema. Ovviamente, fare la ricodifica dei video è fuori discussione. Non solo per la perdita di qualità, ma anche per il tempo necessario. Alla fine ho trovato una risposta in questo forum, dove viene suggerito l’utilizzo del programma MKVToolNix, in particolare dello strumento mkvmerge.

Questo software consente la ricostruzione del contenitore MKV (operazione definita muxing) senza ricodificare i flussi audio e video. Questo permette di compiere l’operazione in pochi secondi per un intero video (circa 20-30, dipende dalla velocità del computer).

Con un apposito parametro, si può risolvere il problema dell’avanzamento veloce e del seek!

Innanzitutto, provvedete a installare il software necessario. Dovreste trovare il pacchetto di mkvtoolnix nel gestore pacchetti della vostra distribuzione (ad esempio, su Ubuntu potete cercarlo nell’Ubuntu Software Center).

A questo punto, vi basta invocare il programma con il parametro risolutivo, in questo modo:

mkvmerge -o file_corretto.mkv --clusters-in-meta-seek file_originale.mkv

Ovviamente adattate il comando con il nome del filmato di partenza e il nome finale che desiderate. 😉 Nel giro di poco, il software produrrà il video corretto a partire da quello originale, creando una piccola sezione alla fine del file che consente la corretta riproduzione.

Lo stesso video, riprodotto a 8x dopo il procedimento di "riparazione"
Lo stesso video, riprodotto a 8x dopo il procedimento di “riparazione”

Se volete uno script che converta tutti i filmati di una cartella, potete usare quello che ho creato per me:

#!/bin/bash

echo "MKV fix for fast-forward and seek"
echo ""

for i in "$@"; do
    echo "Fixing $i"
    mkvmerge -o "${i}_fix.mkv" --clusters-in-meta-seek "$i"
    mv -f "${i}_fix.mkv" "$i"
done

echo ""
echo "Done!"

Attenzione: questo script sovrascrive i video originali dopo la “riparazione”!

Salvatelo in un file mkv_fix.sh, dategli i permessi di esecuzione, e poi richiamatelo sui file che volete, per esempio così:

mkv_fix.sh *.mkv

Infine, c’è anche la possibilità di usare il parametro di cui vi ho parlato tramite l’interfaccia grafica del programma. Ovviamente tale metodo è più lento e scomodo, perciò non lo spiego, ma potete leggere come si fa in questo topic. 😛

Script per Rai Replay 8.0: breve lista dei cambiamenti

Oggi ho rilasciato la versione 8.0 del mio script che permette di guardare i video della Rai (e scaricarli) anche con Linux. Ci sono stati diversi cambiamenti, molto “sotto al cofano”, ma in breve si possono riassumere nelle seguenti novità:

  • La gestione di Rai Replay è stata completamente ripensata. Ora c’è una componente lato server (su video.lazza.dk) che lavora costantemente per scovare gli URL dei video e mantenerne una cache. Questo si traduce in una maggiore velocità e si evitano i blocchi sui video per tablet.
  • Se siete all’estero potete vedere lo stesso l’indirizzo del video, perché il mio server usa IP italiani quando necessario. Tuttavia potreste non essere in grado di salvarli (compare un messaggio di avvertimento).
  • Ora il player usa HTML5 ogni qualvolta ciò sia possibile, quindi in genere basta un browser aggiornato senza plug-in esterni.
  • I video sui sottodomini tipo raistoria.rai.it non hanno più la linea di comando di rtmpdump, bensì un link diretto al video in MP4, grazie alla segnalazione di un mio lettore.

Come sempre, reinstallate lo script (linkato nella prima frase di questo post) oppure attendete l’aggiornamento automatico. Buona visione.

Scaricare i contenuti audio e video presenti nelle pagine web — Guida completa

Una piccola premessa: ho impiegato mesi per lavorare a questo articolo, rivedendo in continuazione le idee di cui parlare e valutando come dare i consigli nel modo migliore possibile. Questo post racchiude quindi numerose informazioni e potrebbe richiedere più di una lettura per assimilarle tutte. Anche per questo motivo, se riscontrate errori o imprecisioni che mi sono sfuggiti vi prego di segnalarmeli.

Ormai 6 anni fa avevo scritto un articolo che continua ad essere tra i più visitati del blog, dedicato a salvare i video incorporati nei siti web in cui ci imbattiamo navigando in rete. Non era una guida dedicata ad atti deplorevoli di pirateria cinematografica (non insegna a scaricare film da reti P2P) bensì era rivolta proprio ai video che sono “dentro” le pagine. Un esempio banale di sito con video può essere Youtube, ma in realtà ce ne sono moltissimi che per un motivo o per l’altro offrono dei filmati (ad esempio siti di news, recensioni di hardware, eccetera) ed essi sono inseriti nei formati e nei modi più disparati.

Al tempo avevo dedicato quasi tutta la guida all’uso di Unplug, un’estensione per Firefox che era tra le migliori per questo tipo di compito. In seguito è stata sorpassata da altri strumenti, per poi migliorare di nuovo nell’ultimo periodo. Lo scopo di questo mio nuovo articolo vuole essere più ad ampio raggio: vorrei cercare di spiegare quale approccio usare quando ci si trova di fronte a un sito con video: a partire da come riconoscere la tecnologia utilizzata, fino al salvataggio vero e proprio del contenuto multimediale. Accennerò anche qualcosa riguardo alla conversione.

Devo precisare subito che per quanto cercherò di essere chiaro e spiegare le cose in modo semplice, inevitabilmente alcuni dei concetti qui spiegati potrebbero non essere banali. In alcune circostanze sarà necessario “esplorare” del codice HTML, XML o Javascript (non è comunque necessario conoscere questi linguaggi). Inoltre dovrebbe essere chiara la differenza tra un file e uno stream. Oltre a questo va aggiunto che nell’articolo mi concentrerò sui video, ma i concetti sono tali e quali anche per delle eventuali tracce audio ascoltabili online.

(altro…)

Ex script per scaricare da La7.tv diventa script per La7.it

Mi avete scritto in tanti per segnalarmi che lo script che avevo messo a punto per il vecchio sito La7.tv non era più utilizzabile per il nuovo portare La7.it. In effetti l’emittente non ha semplicemente modificato il proprio sito, l’ha totalmente rimpiazzato con uno nuovo.

Venerdì ho finito gli esami, perciò oggi ho potuto dare un’occhiata. Non ero molto fiducioso in quanto utilizzano player in Flash con tecnologia HTTP dynamic streaming, i video vengono frammentati in piccoli pezzetti e l’accesso al file che li descrive richiede pure una piccola chiave crittografica (tecnicamente un HMAC).

Stavo tentando di raccapezzarmi in tutta questa confusione quando mi sono reso conto che La7 mantiene anche una copia del video in formato MP4, ed è pure estremamente semplice da trovare. 😀 Per farvi un paragone, il mio vecchio script era formato da 59 righe di codice, di cui una quindicina puramente “estetiche”. La versione 2.0 è formata da 27 righe di codice, delle quali 16 dedicate all’aspetto del pulsante finale. 😀

Eccovi un paio di esempi dal nuovo sito di La7:

Una puntata "standard"
Una puntata “standard”
Puntata "piccola" in una pagina con formato diverso
Puntata “piccola” in una pagina con formato diverso

Per poter utilizzare la versione 2.0 dello script potete attendere l’aggiornamento automatico che dovreste ricevere a breve, oppure reinstallare manualmente lo script. Se volete installare lo script vi rimando alle istruzioni del mio precedente articolo che provvederò ad aggiornare a momenti.

Come sempre, buona visione! 😉

Script per Rai Replay: rilasciata la versione 6.0

Ieri ho sviluppato un importante aggiornamento allo script per guardare e scaricare i video da Rai.tv e Rai Replay, grazie anche alla segnalazione e al supporto di Domenico, un lettore che mi domandava come scaricare la prima parte del film su Olivetti.

Infatti la Rai ha pubblicato entrambe le parti, andate in onda il 28 e 29 ottobre, sul servizio Rai Replay, tuttavia la prima parte è stata resa disponibile solo tramite Silverlight (noi pinguini non possiamo nemmeno guardarla) e nella versione per cellulari e tablet. Nessun file MP4 per le Smart TV.

Come avrete già letto qui sul blog, il mio script usava proprio la versione Smart TV per servirvi un file MP4 ad alta qualità. Questo comportava anche il fatto che i video non disponibili per la televisione intelligente risultassero non cliccabili, oltre che non scaricabili.

Da oggi, con la versione 6.0 potete vedere e scaricare anche la versione per tablet. 😀 Questo è necessario solo quando non è disponibile un file MP4, infatti lo script seleziona automaticamente il video migliore e vi fornisce il link per scaricarlo, oppure la linea di comando necessaria.

Infatti se siete costretti a servirvi della versione per tablet, potete usare Gnome Mplayer oppure VLC media player per visualizzare lo stream in formato M3U8 e il software FFmpeg per effettuare il download. Il mio script si occupa di estrarre automaticamente la qualità più alta per voi e genera da solo la linea di comando adeguata.

Output della nuova versione dello script, che consente di scaricare anche i video disponibili solo per dispositivi mobili
Output della nuova versione dello script, che consente di scaricare anche i video disponibili solo per dispositivi mobili

Se avete già lo script l’aggiornamento dovrebbe essere automatico. Se volete aggiornare manualmente oppure se volete installarlo da zero, trovate tutti i dettagli nel mio post apposito, assieme alle istruzioni dettagliate per usare la nuova funzionalità. 😉