Inserire link ad altre note in Evernote Web

A mio parere, Evernote è un ottimo strumento per prendere note e ritagliare pagine web. Eppure ha una grave mancanza: sebbene esista il client ufficiale per due discutibili sistemi operativi proprietari (Windows e Mac OS X), non c’è quello per Linux. Tuttavia, è possibile usare il servizio tramite Evernote Web direttamente nel browser.

Ciò ha alcuni vantaggi. Innanzitutto, è disponibile tramite qualsiasi PC collegato a Internet. In secondo luogo, è possibile andare a modificare direttamente il codice HTML per le note, utilizzando il mio script.

Una funzione importante che ufficialmente manca in Evernote Web è la possibilità di generare i collegamenti in-app alle note. Questo tipo di link consente di creare collegamenti ipertestuali che fanno “saltare” direttamente da una nota all’altra e sono compatibili con tutte le versioni di Evernote (incluso Evernote Web e i client per dispositivi mobili).

Tali link, inoltre, mostrano una comoda anteprima nell’interfaccia web, quando ci si passa il mouse sopra. Sul blog ufficiale del servizio c’è un ottimo articolo su alcuni utilizzi interessanti di questa funzione. Inoltre, potete vedere questo video per maggiori informazioni:

Avendo la necessità di usare questa funzionalità, ho deciso di creare uno script per il browser che fornisca in automatico l’indirizzo in-app della nota corrente. Il link rispetta le specifiche fornite dalla documentazione di Evernote (che in realtà contiene un errore) e usa il protocollo evernote://. La figura mostra un esempio con una nota in cui sto scrivendo proprio questo post:

Collegamento in-app generato dallo script

Collegamento in-app generato dallo script

Il link può essere copiato col tasto destro del mouse e inserito in alte note usando il solito pulsante a forma di catena nell’interfaccia di Evernote Web. Come sempre, prima di installare lo script dovete procurarvi l’estensione corretta per il vostro browser:

Dopodiché potete scaricare lo script su GreasyFork cliccando questo bottone:

Download — Evernote Web in-app note link

Spero che vi possa essere utile. :) Sono sempre interessato a nuovi modi per essere più organizzato e produttivo usando Evernote. Avete qualche trucco personale che volete condividere? Fatemi sapere nei commenti!

Modificare l’HTML delle note in Evernote Web

Evernote è un ottimo servizio dove poter memorizzare note, appunti, scansioni, file allegati e ritagli di pagine web. È qualcosa di molto più versatile di un semplice insieme di note testuali, avendo funzioni di ricerca e organizzazione ottime. Ne avevo già parlato anche in un articolo dedicato alle applicazioni per studenti:

Non è solo un sito web dove poter scrivere note, ma include anche il software client per Windows e Mac (su Linux io uso l’interfaccia web e mi trovo bene), applicazioni per cellulari e tablet ed estensioni per il browser. Le note possono essere divise in taccuini — per esempio uno per la documentazione e uno per ogni corso che seguite — e etichettate con dei tag.

Insomma vi consiglio decisamente di provarlo! Potete iscrivervi con un mese di Premium gratis cliccando qui.

Proprio la funzione di ritaglio di parti di pagine web, seppur estremamente versatile, a volte può creare dei piccoli problemi. Infatti l’editor visuale di Evernote Web consente delle modifiche basilari. A volte alcune cose sono piuttosto complicate, come ad esempio:

  • rimuovere lo sfondo di un elemento
  • cancellare un pezzo di un ritaglio senza scombinare il resto
  • semplificare la struttura della pagina ritagliata

Naturalmente questi problemi non si presentano (o in maniera estremamente ridotta) con le note scritte di proprio pugno. Tuttavia, per i ritagli da pagine web sarebbe molto comodo poter modificare direttamente il codice HTML in modo da togliere o aggiungere elementi.

Evernote purtroppo non fornisce questa possibilità.

Questo è il motivo per cui mi sono imbattuto nel blog di Seb Maynard, uno sviluppatore che ha creato un bookmarklet per Evernote Web che consente di modificare l’HTML. Il bookmarklet funziona bene, però richiede di essere attivato ogni volta che si vuole fare una modifica e se si usa Evernote Web in modalità app (per esempio con Chromium) risulta molto scomodo.

Grazie alla gentilezza di Seb, che ha rilasciato il proprio codice sotto una licenza libera, ho creato uno user-script che permette di modificare il codice HTML con un bottone sulla barra degli strumenti. Insomma, un piccolo esempio di come il software libero sia di fondamentale aiuto per consentire il progresso e l’innovazione tecnologica. :)

La figura mostra lo script in azione proprio sulla nota che ho ritagliato con una versione precedente dell’articolo dedicato al bookmarklet.

Nuovo pulsante "HTML" inserito nella barra degli strumenti

Nuovo pulsante “HTML” inserito nella barra degli strumenti

Ho aggiunto alcune funzioni rispetto alla versione “base” di Seb. In particolare:

  • Il bottone sulla barra degli strumenti, per un’attivazione immediata
  • Ace Code Editor per facilitare le modifiche, con auto-completamento e evidenziazione della sintassi
  • Rimozione degli attributi non-standard di TinyMCE
  • Semplice formattazione automatica del codice HTML, per renderlo più leggibile

Gli ultimi due punti in particolare semplificano molto il lavoro di modifica. Come sempre, prima di installare lo script dovete procurarvi l’estensione corretta per il vostro browser:

Potete quindi scaricare lo script che ho pubblicato su GreasyFork, cliccando questo bottone:

Download — Evernote Web HTML editor

Per attivarlo, non vi resta altro che premere il pulsante HTML sulla barra di modifica di una nota. Vi accoglierà un editor molto comodo e di bell’aspetto. :D

Ace Code Editor in azione su una nota

Ace Code Editor in azione su una nota

Script per Video Mediaset 5.2: design aggiornato e lo schermo intero per davvero

Oggi ho rilasciato la versione 5.2 per il mio script che permette di scaricare i filmati da Video Mediaset. Anche se la precedente 4.6 ha “resistito” al cambio di grafica, continuando a funzionare, ho preferito adattare lo script al nuovo design del sito e semplificare un po’ le cose.

Avrebbe dovuto essere la 5.0. Tuttavia, in seguito sono venute fuori complicazioni con Firefox, poi ho scoperto anche che hanno cambiato le carte in tavola per quanto riguarda le estensioni e di conseguenza anche Greasemonkey. Pertanto avevo dovuto “ripristinare” la 4.6, inventandomi la versione 5.1.0.4.6 (copia-incolla della 4.6).

Cos’è cambiato di preciso? In realtà non molto… Prima, su Greasemonkey l’autore di uno script poteva inserire oggetti e pezzi di codice all’interno della pagina. Io per esempio inserisco la barra verde contenente i link al video. Ora non più, bisogna usare le funzioni apposite fornite da Firefox, come ad esempio exportFunction.

Conclusione? Si fa la stessa cosa, non cambia niente. Solo che bisogna farlo in modo complicato, e così facendo bisogna istruire gli altri browser (per esempio Chromium) su cosa sia exportFunction, che è una prerogativa esplicita di Firefox. Da qui la perdita di tempo, visto che per pura coincidenza una nuova funzionalità che volevo aggiungere aveva bisogno di fare ciò.

Benvenuti all’Ufficio complicazione affari semplici. :P

Comunque… a parte lo sfogo tecnico sul fatto che gli sviluppatori Firefox pensino che noi non abbiamo niente di meglio da fare che aggiornare i nostri script per niente, alla fine la nuova versione è pronta.

Vediamo i cambiamenti principali. Innanzitutto, ho rimosso tutta la parte di gestione del player. Video Mediaset ora usa HTML5 ogni qualvolta sia possibile, ripiegando su Flash Player in caso contrario. Niente più offensive discriminazioni per noi utenti Linux. :D

Ho potuto quindi concentrarmi sul migliorare il riproduttore fornito da Mediaset. Dato che la modalità “schermo intero” che hanno messo è abbastanza buffa (e finta), ci ho messo un po’ del mio e ho fatto delle modifiche. Cito testualmente dall’articolo sullo script:

A partire dalla versione 5.2 dello script, ho inserito una funzionalità che migliora notevolmente la modalità “schermo intero” e il player fornito da Video Mediaset. In particolare:

  • usa il vero full screen, invece di un ingrandimento del filmato ai bordi della pagina
  • funziona con il riproduttore HTML5, sia su Firefox che su Chrome/Chromium
  • nasconde il cursore del mouse che diventa visibile solo muovendolo verso il basso, dove ci sono i controlli del player
  • elimina la pubblicità che precede il filmato

Nelle seguenti immagini potete vedere la differenza tra la modalità a schermo intero di Video Mediaset e quella col mio script attivato:

Devo dire comunque che Mediaset ha fatto un buon lavoro con il portale, la nuova grafica è molto pulita e si focalizza sui contenuti più che sulle decorazioni inutili. Ottimo anche il passaggio ad HTML5. :)

Come sempre, potete attendere che lo script si aggiorni automaticamente, oppure accorciare i tempi e installarlo manualmente. Buona visione! ;)

Inoltrare le email da Libero Mail a qualsiasi altro indirizzo

Da quando ho pubblicato (nel 2011) il mio articolo su come usare la casella email di Libero tramite IMAP, usando Gmail come ponte, tale post ha ricevuto più di 98900 visite. Supponendo che in 1 caso su 100 il mio post sia stato utile, significa aver aiutato quasi 1000 persone a evitare l’uso della terribile interfaccia web di Libero Mail, o ancor meglio aver permesso la migrazione definitiva verso un servizio di qualità come Gmail.

La mia guida si basava sull’uso dei filtri per l’inoltro della posta verso Gmail. Non sono rimasto perciò molto sorpreso quando una persona mi ha comunicato che recentemente non era possibile seguire la mia guida, in quanto Libero ha cambiato le carte in tavola permettendo l’inoltro della propria posta solo verso altre caselle Libero.

La figura mostra cosa succede quando si prova a creare un filtro di inoltro verso una casella email non fornita da Libero:

Avviso: i tuoi dati sono nelle nostre mani!

Avviso: i tuoi dati sono nelle nostre mani!

Di fatto è stata attuata una vera e propria politica di vendor lock-in, vale a dire il fenomeno per cui un fornitore di servizi incatena i propri utenti, impedendo ai medesimi di “scappare” coi propri dati verso altri servizi.

Se mi è consentito usare un eufemismo, non è che questa cosa sia esattamente da considerarsi gradita e simpatica… Specialmente quando un ignaro utente si rende conto di non poter passare a un altro fornitore email avendo la tranquillità che i messaggi mandati all’indirizzo vecchio saranno inoltrati. ;)

Per questo motivo ho analizzato il sito di Libero Mail e ho trovato un metodo abbastanza pratico per disattivare il blocco. Si tratta di uno user script per il browser, vale a dire un minuscolo programma che viene avviato quando visitate il sito di Libero Mail.

Per usarlo, dovete installare l’estensione adatta per il vostro browser. Questa cambia a seconda del software che utilizzate per navigare:

Una volta installata l’estensione, potete provvedere a scaricare lo script aprendo la pagina di download, tramite il seguente pulsante:

Download — Libero Mail forward to ANY address

Ovviamente poi cliccate su Install this script.

Potete quindi recarvi sul sito web di Libero Mail e creare i filtri di inoltro che più vi aggradano, senza messaggi fastidiosi, inopportuni e offensivi che vi bloccano. :)

Una nota importantissima che voglio aggiungere: non è assolutamente escluso che in futuro Libero aumenti le limitazioni e queste pratiche “incatenanti”. Vi raccomando perciò di usare i filtri di inoltro per ricevere i messaggi sulla vostra casella di un provider più funzionale, e avvisare alla svelta chi vi scrive che possedete un nuovo indirizzo.

Migrate prima che sia troppo tardi. ;)

Script per Rai Replay: rilasciata la versione 6.0

Ieri ho sviluppato un importante aggiornamento allo script per guardare e scaricare i video da Rai.tv e Rai Replay, grazie anche alla segnalazione e al supporto di Domenico, un lettore che mi domandava come scaricare la prima parte del film su Olivetti.

Infatti la Rai ha pubblicato entrambe le parti, andate in onda il 28 e 29 ottobre, sul servizio Rai Replay, tuttavia la prima parte è stata resa disponibile solo tramite Silverlight (noi pinguini non possiamo nemmeno guardarla) e nella versione per cellulari e tablet. Nessun file MP4 per le Smart TV.

Come avrete già letto qui sul blog, il mio script usava proprio la versione Smart TV per servirvi un file MP4 ad alta qualità. Questo comportava anche il fatto che i video non disponibili per la televisione intelligente risultassero non cliccabili, oltre che non scaricabili.

Da oggi, con la versione 6.0 potete vedere e scaricare anche la versione per tablet. :D Questo è necessario solo quando non è disponibile un file MP4, infatti lo script seleziona automaticamente il video migliore e vi fornisce il link per scaricarlo, oppure la linea di comando necessaria.

Infatti se siete costretti a servirvi della versione per tablet, potete usare Gnome Mplayer oppure VLC media player per visualizzare lo stream in formato M3U8 e il software FFmpeg per effettuare il download. Il mio script si occupa di estrarre automaticamente la qualità più alta per voi e genera da solo la linea di comando adeguata.

Output della nuova versione dello script, che consente di scaricare anche i video disponibili solo per dispositivi mobili

Output della nuova versione dello script, che consente di scaricare anche i video disponibili solo per dispositivi mobili

Se avete già lo script l’aggiornamento dovrebbe essere automatico. Se volete aggiornare manualmente oppure se volete installarlo da zero, trovate tutti i dettagli nel mio post apposito, assieme alle istruzioni dettagliate per usare la nuova funzionalità. ;)

Avviso importante: nuovo server per il download da Video Mediaset

Come avrete notato non ho scritto molto quest’estate, inoltre ho tenuto in sospeso un paio di articoli addirittura dal tardo 2012. Questo è successo per una signora molto dispotica chiamata “tesi di laurea”, la quale tuttavia oggi è stata gentilmente salutata e non disturberà più. :D Nel frattempo ho provveduto anche ad aggiornare questo strumento (lo script) messo a disposizione sul blog, e se lo utilizzate è importante che leggiate di seguito.

I miei script per salvare i video dai siti di Rai, Mediaset e La7 hanno riscosso un successo notevole e vengono utilizzati quotidianamente da molte persone. Questo mi fa molto piacere, tuttavia recentemente ci sono stati alcuni problemi con lo script per video.mediaset.it.

I più tecnici tra di voi avranno infatti già notato che il mio script per Greasemonkey e Tampermonkey, installato dagli utenti, si interfaccia con un server intermedio per ottenere i link ai video. La situazione è illustrata meglio in figura e di seguito è spiegato passo-passo.

Schema di funzionamento dello script per il download da Video Mediaset

Schema di funzionamento dello script per il download da Video Mediaset

Procedimento:

  • l’utente scarica Greasemonkey o Tampermonkey e poi installa il mio script
  • lo script chiede al server pubblico (in verde) gli indirizzi dei file corrispondenti al video visualizzato dall’utente
  • il server pubblico interroga il server segreto (in rosso) richiedendogli di scovare i link
  • quest’ultimo trova i link sul sito di Mediaset e li rimanda indietro
  • il mio script mostra in un riquadro i video e l’utente li visualizza

Il server pubblico era (ed è) una pagina ospitata su uno dei tanti servizi di free hosting statunitensi. Si tratta del sito il cui indirizzo è incluso nel codice sorgente del mio script. Tale pagina ha lo scopo di interfacciarsi e mascherare il vero server (quello “segreto”) che si occupa di trovare i link per voi. Quest’ultimo è ubicato in Italia e si maschera sia da PC che da telefono cellulare. Non è opportuno che io fornisca ulteriori dettagli in merito. ;)

Gli scopi sono due:

  1. estrarre anche i link in formato MP4 per cellulari, cosa non possibile su Chrome senza interventi manuali e tediosi da parte dell’utente
  2. permettere anche a chi risiede all’estero di vedere le trasmissioni

Veniamo al problema: il tremendo successo dello script, unito ad alcuni problemi ricorrenti al precedente servizio di hosting, hanno fatto sì che per alcuni giorni i link non comparissero, in quanto il sito veniva disattivato perché sovraccarico. Questo inoltre è successo più di una volta ed è risultato per me nel ricevere numerosi commenti, tweet e messaggi via email chiedendo lumi, oppure suggerendo che lo script dovesse essere aggiornato.

Non sarebbe stato un problema anche se ero in tesi, ad eccezione del fatto che voi utenti avreste dovuto attendere qualche giorno. Tuttavia il fatto che non dipendesse da me rendeva impossibile risolvere la situazione rapidamente, a meno di non cambiare completamente le cose.

È quello che ho fatto.

Ho attuato lo spostamento del server pubblico (di fatto un “collo di bottiglia”) su un altro hosting, che uso già per il mio blog secondario. Ho usato, con un po’ di simpatia, l’indirizzo http://video.lazza.dk (non si vede granché perché non è un sito con contenuti, ha il solo lo scopo di servire il mio script). :D

Oltre a questo, mi sono premurato di proteggere il sito dal “troppo successo”: ora il dominio viene gestito tramite CloudFlare, un servizio che fa da CDN e DNS. Senza entrare nei dettagli, diciamo che tiene a disposizione delle copie degli indirizzi dei video più cliccati, così spesso il server pubblico non viene neppure “toccato” e l’utente riceve subito una risposta. Inoltre protegge da attacchi informatici di vario genere.

Questo riduce il carico e aumenta drasticamente l’affidabilità del servizio. Per questo è importantissimo che controlliate di avere lo script aggiornato. Da stasera, coloro i quali saranno rimasti alla versione vecchia per qualche motivo, vedranno un video “di avvertimento” che li invita ad aggiornare.

Per aggiornare lo script recarsi nell’apposito articolo e seguire le istruzioni per installarlo. La versione aggiornata sostituirà quella precedente.

Ricordo che se utilizzate già una versione non troppo vecchia dello script l’aggiornamento dovrebbe essere automatico e sarà già avvenuto mentre state navigando. ;) Mi spiace per aver richiesto la vostra attenzione per il tempo necessario a leggere questo post, tuttavia lo script viene acceduto in media da 250 visitatori unici ogni giorno, con picchi di 1000 richieste di video quotidiane, perciò è necessario prendere le misure necessarie affinché tutto funzioni bene. :)

Buona visione!

Importanti aggiornamenti per la visione e il download dei video da Rai.tv

Mi sono già lamentato numerose volte di quanto il sito Rai.tv sia un disastro di incoerenze multiple, in cui più o meno ogni video viene inserito con metodi leggermente diversi e trovare i link per scaricarli è un procedimento abbastanza arzigogolato. Due esempi di “inutile complicazione” che il mio script non riusciva a gestire sono i seguenti, dovuti al fatto che il sito Rai “dichiara” il tipo di video nella pagina, in modo totalmente a caso, a volte.

  • I video di «Chi l’ha visto», tipo questo — nel codice manca il riferimento al video in formato MP4, ma viene indicato doppiamente lo stesso URL al video, inclusa la variabile videourl_wmv, ed estensioneVideo e MediaItem.type sono impostate ad indicare il formato WMV… peccato che il video sia un file MP4
  • Questa puntata de «I migliori Anni» — è letteramente la fiera dell’incoerenza: MediaItem.type fa riferimento al formato WMV, estensioneVideo indica CSM ma il file è di tipo MP4

Ora, a parte il fatto che anche un ragazzino di 13 anni saprebbe sviluppare il sito in modo più coerente e sensato, capite bene che questa tragedia di informazioni contraddittorie creava serie difficoltà al mio script che cercava di capire che tipo di video c’era sotto e come gestirlo.

Oggi ho rianalizzato la questione e ho inserito ulteriori controlli per aggirare questi problemi. In particolare, se il sito fornisce un esplicito URL al file MP4 posso andare tranquillo, altrimenti in caso di “sospetto WMV” lo script prima controlla che questo sia coerente con il Content-type, dopodiché se è affermativo si occupa di verificare se è un vero file o uno stream MMS. Il controllo di coerenza dovrebbe impedire di cadere nella trappola delle false informazioni, e da quanto ho potuto testare è del tutto robusto.

Già che c’ero, ho aggiornato lo script per gestire altri casi di video (ormai alla Rai non sanno più cosa inventarsi), come ad esempio questa puntata del «Maurizio Costanzo Talk». Ho trovato questo video guardando gli esempi dal piccolo web-service di Paolo Pancaldi, che fa più o meno le stesse cose del mio script (tranne Rai Replay e la riproduzione con player nativo) ma in “stile lato server”, perciò un grazie a Paolo per avermelo fatto scoprire.

Se avete già lo script e volete aggiornare manualmente oppure se volete installarlo da zero, trovate tutti i dettagli nel mio post apposito.

Scaricare i video del portale RSI.ch

Dopo il successone degli script per guardare e scaricare i video sui siti di Rai.tv, Video Mediaset e La7.tv, spesso ricevo richieste su come salvare video da vari altri siti web. Un lettore mi ha domandato se fosse possibile avere uno script per i video on demand di RSI, la rete della Svizzera Italiana.

Ho anche altre richieste in sospeso (per siti estremamente ostici peraltro) ma in questo caso è stato abbastanza semplice. Ci ho messo poco dato che il sito ha una struttura semplice e regolare.

Il sito usa Flash e contiene flussi M3U8 in diverse qualità. Lo script si occupa di estrarre la qualità maggiore disponibile e mostra un riquadro con le istruzioni dettagliate per l’uso di avconv. È una soluzione a prova di copia-incolla, nel senso che vi basta usare la riga di comando così com’è, senza dover memorizzare nessun comando. Più facile di così non potrebbe essere! :)

Ho comunque inserito un link al mio articolo sul salvataggio dei video online, la cui lettura è un prerequisito per l’uso dello script. Come potete vedere dalla figura, lo script inserisce un bottone sotto ad ogni video. Una volta cliccato, si apre la relativa finestra con le istruzioni.

Esempio dello script in azione

Esempio dello script in azione

Come sempre, è uno user script per Greasemonkey che dovrete installare se usate Firefox. Altrimenti installate l’estensione Tampermonkey su Chrome/Chromium o Violent monkey su Opera. Dovrebbe supportare tutti i video presenti nelle varie sezioni del sito, incluso Play RSI.

Per la pagina di download dello script cliccate qui sotto.

Download — RSI direct link

Ancora una volta, buona visione!

Vi è piaciuto l’articolo?

Scrivere software e guide come questa richiede tempo. Se avete trovato queste informazioni utili e vi è piaciuto il post, potete offrirmi un caffè cliccando sul bottone. :)

Buy Me A Coffee :) @ ko-fi.com

Nuova versione dello script per guardare e scaricare da Rai.tv e Rai Replay

Come sapete, da un po’ di tempo sviluppo un comodo script che consente di guardare e scaricare i video on demand dal portale Rai.tv, che include anche Rai Replay. Lo script ha sempre funzionato bene o male con tutti i video, tuttavia in qualche sporadico caso — per via della “variabilità” del layout delle varie pagine Rai — poteva fallire. Oggi ho provveduto ad aggiornare ed estendere il codice dello script per fare alcune migliorie, alcune delle quali importanti. Ecco la lista dei cambiamenti:

  • Migliore supporto ai video in formato MP4 — Prendete ad esempio questo servizio di RaiNews24, che prima non era correttamente riconosciuto.
  • Miglior posizionamento del riquadro verde — Ora il link dovrebbe essere sempre sotto al video anche su pagine dalla struttura “arzigogolata”, come questo video del TG1, fornendo un aspetto più consistente.
  • Supporto a Rai.it — Nel caso in cui i video su Rai.it siano inseriti in modo “tecnologicamente uguale” a Rai.tv (come per esempio le rubriche del TG2) ora il mio script li riconosce e individua il link (cercando per quanto possibile di rimandare l’utente a Rai.tv dove sicuramente funziona).
  • Supporto ai video in Flash sui domini Rai — Avete presente quelle numerose puntate sui sottodomini che finiscono per rai.it, per esempio questo? Ebbene, ora il mio script è in grado di aiutarvi anche per quelli. Non esiste un link diretto ai file, ma sotto al video troverete la linea di comando da dare in pasto a RTMPdump, un programma per salvare flussi con protocollo RTMP. Il file risultante alla fine del processo sarà in MP4.

Per le informazioni su come installare lo script — nonché come usarlo per salvare i video — vi rimando al mio precedente articolo. Per favore pazientate ancora un po’ e datemi tempo per aggiornarlo affinché contenga anche le istruzioni riguardo RTMPdump, che è la principale novità di questa versione 4.0 dello script. ;-) Come sempre, buona visione!

Scaricare i video del portale La7.it

Nel giro di poco tempo i miei script per guardare e scaricare i video sui siti di Rai.tv e Video Mediaset hanno riscosso un grande successo, permettendo anche agli utenti Linux di poter fruire di tali contenuti video. Tuttavia ho ricevuto numerose richieste, sempre più insistenti, su come poter scaricare i video dal sito di La7, vale a dire La7.tv, che poi è diventato La7.it.

Inizialmente non ci ho dato molta priorità, per una serie di motivi: il primo è che quel sito usa Flash Player, quindi i video si possono guardare anche con Linux. Il secondo è che non guardo mai La7 e quindi non avevo molto interesse, e il terzo è la mancanza di tempo. Quando mi sono spostato a Copenhagen, paradossalmente, mi sono messo a riguardare il “problema” per distrarmi un po’ e vedere se ottenevo qualcosa.

È venuto fuori che la faccenda è molto più semplice rispetto ai siti di Rai e Mediaset, perché il sito usa Flash ed è disponibile un semplice video MP4. Non ci sono quindi versioni multiple dei file (ad eccezione di varie risoluzioni), bensì un semplice collegamento ad un video. Come potete vedere nella figura, ho trovato un modo molto semplice ed elegante di visualizzare a video il link diretto del file, così lo potete salvare.

Link al file direttamente sotto al video

Link al file direttamente sotto al video

Come già visto per Rai e Mediaset, anche in questo caso si tratta di uno user script per Greasemonkey, e quindi funziona per certo su Firefox ma anche su Chrome/Chromium se installate l’estensione Tampermonkey o su Opera utilizzando Violent monkey. Dovrebbe funzionare anche su Safari usando NinjaKit.

Il file è sempre un MP4, è la risoluzione non è troppo bassa, dovrebbe essere 720×576. Cliccando col destro sul link potete salvare il video o copiarlo per poi usare un download manager, come preferite. Il pulsante qui sotto vi porta alla pagina di download dello script.

Download — La7.tv direct link

E con questo dovrei aver fatto contenti tutti. ;) Buona visione!

Vi è piaciuto l’articolo?

Scrivere software e guide come questa richiede tempo. Se avete trovato queste informazioni utili e vi è piaciuto il post, potete offrirmi un caffè cliccando sul bottone. :)

Buy Me A Coffee :) @ ko-fi.com