Registrare i video di Rai Play usando Stacher

Da qualche giorno diversi utilizzatori del mio script per scaricare i video da Rai Play mi stanno segnalando che si riscontrano difficoltà nel salvare i video in formato MP4, in particolare in quanto compare un messaggio di errore.

A questo punto è necessaria una piccola parentesi tecnica per capire cosa sta succedendo: lo script funziona “scansionando” i possibili URL di file in formato MP4, quindi chiede al sito Rai quali sono le qualità disponibili (più o meno pesanti) e per ciascun file verifica che il video sia effettivamente scaricabile. Infine, propone all’utente una lista di URL.

Perciò lo script non effettua (né ha mai effettuato) alcun tipo di download. Si limita a mostrare un elenco di link, mentre è l’utente che deve scaricare il file che preferisce.

Data la natura di script che viene eseguito all’interno della pagina, tramite l’aiuto di una piccola estensione, esso si deve limitare ai file MP4. Sarebbe infatti molto complicato creare un programma che registra i flussi video in formato HLS, operazione che richiede il salvataggio di numerosi frammenti che poi vanno nuovamente assemblati.

Di fatto lo script sta funzionando in modo corretto: prova a vedere se ci sono i video in formato MP4 e propone all’utente quelli che si possono salvare. Il problema sorge quando non ci sono file MP4 scaricabili perché Rai li sta bloccando tutti.

Ed eccoci qua.

Serve un altro software per registrare i video

La scelta di usare il termine “registrare”, quando fino a oggi ho sempre parlato di scaricare, non è casuale. Come accennato, i video su Rai Play non sono disponibili solo in formato MP4 ma ci sono anche dei flussi (separati per audio e video) in HLS, che si riconoscono dalla tipica estensione M3U8.

I primi si scaricano, i secondi si devono registrare e questo esula dal mio script. Bisogna usare un programma che registri sia il flusso video che quello audio e poi li unisca insieme per generare un file MP4 o MKV che prima non esisteva.

Per farlo da riga di comando si può usare yt-dlp, che è un fork (versione derivata) di youtube-dl. In questo post vorrei però suggerire l’uso di Stacher, una interfaccia grafica che semplifica l’uso di questi strumenti.

Ci sono tre passaggi che devono essere svolti:

  1. Installare Stacher e lo strumento ffmpeg
  2. Configurare il software
  3. Avviare la registrazione

I primi due passaggi devono essere svolti soltanto una volta, il terzo invece andrà ripetuto sempre.

Installare il necessario

Potete scaricare Stacher dal sito ufficiale cliccando qui. Il software è disponibile per macOS, Windows e Linux (DEB).

Dopo averlo installato, al primo avvio vi dovrebbe chiedere di scaricare youtube-dl (che in realtà sarà yt-dlp). Accettate e lasciate che proceda.

A questo punto è importantissimo scaricare e scompattare una versione specifica di ffmpeg nella cartella del programma. Ciò si può vedere anche cliccando sul menù Something not working? all’ultima voce, che tratta i problemi audio.

Cliccandoci sopra si aprirà questa pagina web con le istruzioni.

Su Linux e macOS lo strumento va installato con gli appositi gestori di pacchetti, su Windows bisogna scaricare un file ZIP e importarlo usando la comodissima voce presente al menù Tools.

Configurare il software

Purtroppo anche Stacher, tramite i suoi strumenti, va in confusione in quanto rileva la presenza di file MP4 ma non riesce a scaricarli. Dobbiamo pertanto “insegnare” al programma quali sono i flussi che deve registrare.

Aprite il menù Stacher > Settings > Advanced. Premete il pulsante per confermare che siete sicuri di ciò che state facendo. 🙂

Scorrete fino a trovare la voce Always run with these arguments, sbloccatela tramite il lucchetto a fianco e incollate la seguente stringa nella casella di testo:

--audio-multistreams,,-S,,protocol:m3u8,width

Vi ricordo che per incollare basta premere Ctrl+V, o Cmd+V su macOS.

Ora passate all’opzione seguente, vale a dire Custom Format. Dopo averla sbloccata, incollate questa stringa consigliata:

(Rai Lazza/best)+mergeall[format_id*=hls-aac]/best

Se invece volete soltanto la lingua italiana, senza altre lingue né l’audiodescrizione, potete provare con un’alternativa (ma non garantisco):

(Rai Lazza/best)+hls-aac-Italiano/best

Ora potete chiudere le impostazioni.

Le opzioni che abbiamo scelto servono a selezionare le qualità migliori tra i flussi video, inoltre istruiscono il programma per specificare che vogliamo unire anche eventuali flussi audio separati.

Questo comprende anche l’audiodescrizione o la lingua originale, se presente.

Se vi state chiedendo il perché della stringa Rai Lazza, in realtà non serve a niente, salvo a farvi riconoscere qual è l’opzione giusta al momento di far partire la registrazione. 😉

Avviare la registrazione del video

Nel momento in cui volete registrare una puntata da Rai Play, copiate l’URL della pagina del sito e incollatela nella barra di Stacher. Prima di tutto, assicuratevi di selezionare la qualità corretta del video, cliccando sul menù del formato.

Dovreste riconoscerla in modo abbastanza semplice:

Lista dei formati disponibili nell’interfaccia di Stacher

Una volta selezionato il formato corretto, cliccate l’icona a forma di freccia verso il basso e attendete che il download venga completato. Per impostazione predefinita i video vengono collocati nella cartella Download, ma potete scegliere la posizione che preferite.

Il risultato sarà un file MKV con le tracce unite, oppure un video MP4 se il flusso originale comprendeva sia audio che video.

Chi vuole sul serio qualcosa trova una strada, gli altri una scusa.

Proverbio di origine africana

Ovviamente questo è un metodo possibile, ce ne sono anche altri che consentono di scegliere quali tracce audio si desidera salvare, eccetera. Ma per iniziare dovrebbe essere sufficiente.

Se i file MP4 continueranno a essere in gran parte bloccati, il mio script per il browser avrà sempre meno senso di esistere. Chi lo sa, dopo tanti anni potrebbe andare finalmente in pensione!


Aggiornamento del 12/02/2024: i parametri da inserire sono stati modificati per tenere conto di alcuni video con qualità “strane”, che altrimenti sarebbero sfuggite.

126 pensieri riguardo “Registrare i video di Rai Play usando Stacher

  1. Per lazza: sì, in effetti W7 è vecchiotto. In un’altra partizione ho W10 ma (per me) non c’è paragone, comunque finchè va….Tornando al problema audio e rileggendo le tue preziose istruzioni, riporto: “Prima di tutto, assicuratevi di selezionare la qualità corretta del video, cliccando sul menù del formato.”
    Ecco, lì mi ero chiesto come fare per sapere quale fosso il formato giusto ed ho tentato con MP4 ma, appunto, non c’era l’audio. Ora ho scelto “(rai lazza /hls ..ecc.) e tutto funziona perfettamente!
    Chiedo quindi il metodo per capire quale formato scegliere. Infine comunico che la famosa “freccia azzurra” è sparita da qualsiasi video (se ne sa qualcosa?). Grazie per l’attenzione

    1. Ciao Oriolo, ho anch’io W7 e mi trovo benissimo; purtroppo, con Stacher, penso di avere lo stesso problema tuo, cioè non c’è audio. Puoi dirmi come hai risolto? Grazie. Ciao.

    2. L’articolo inizia proprio spiegando come aggiungere la voce con i parametri corretti, addirittura è scritto:

      Se vi state chiedendo il perché della stringa Rai Lazza, in realtà non serve a niente, salvo a farvi riconoscere qual è l’opzione giusta al momento di far partire la registrazione.

      Poco più giù c’è la figura in cui è evidenziata l’opzione corretta in colore fuchsia.

      Sono pure disponibile ad accettare qualche suggerimento migliorativo per il contenuto del post, però faccio fatica a pensare a un modo più chiaro di così per scrivere le istruzioni. 😀

  2. Grazie per il tempo che dedichi.
    Una domanda: ma se invece si volesse salvare il video nella peggiore qualità disponibile (per non avere file troppo grandi)?
    Raiplay rende disponibile diverse qualità, che è possibile selezionare personalizzando le due strighe di configurazione di Stacher?


    Chiedo scusa, la risposta al mio precedente commento era già presente nei commenti più vecchi che erano nascosti e non avevo visto….puoi anche cancellare entrambi i miei due commenti.
    Proverò a personalizzare i parametri

  3. Ho provato con Stacher a scaricare da Rai play un video MP4 ma non riesco ho seguito tutte le procedure passo passo sbagliando e correggendo l’errore prima mi dava un errore ora un’altro ho disinstallato l’app stacher l’ho reinstallata ma niente da fare non funziona come disinstallare l’app in modo radicale e ripristinarla da capo. Scusate la mia ignoranza cosa è V7. Grazie

    1. Presumo ti basti cancellare la cartella di configurazione che è %APPDATA%/Stacher su Windows o .config/Stacher su Linux e macOS. L’altra domanda non sono sicuro di averla capita. Se ti riferisci a “W7”, citato da un altro utente, è Windows 7: un sistema operativo ormai obsoleto che non riceve più aggiornamenti di sicurezza da un po’ di tempo.

  4. Ah, capito l’equivoco, credevo che la figura (tra l’altro un po’ sfocata) fosse solo esemplificativa e comandasse la stringa da inserire nella casella “custom format”. Comunque, riprendendo quello che segnala Giusi, ho notato che è sparita la freccia azzurra sotto qualsiasi video. Ebbene ho preso il mio “muletto” W7 a 32bit(!) dove sono registrato a raiplay con un altro account e “miracolo” è rispuntata la freccia azzurra. Però, SEGNALO che il segnale wifi lo prendo dal router del telefonino, infatti se inverto le fonti del segnale il problema si inverte.
    Quindi? Boh…. a che gioco giochiamo? (a buon intenditor…..)
    e meno male che c’è Lazza!

  5. Innanzitutto un GRAZIE gigantesco a San Lazza 🙂
    Penso di aver fatto tutto bene infatti i file scaricati si vedono e si sentono perfettamente. Però per ottenerli ho dovuto bloccare il download che andava in loop … cioè finiva e ripartiva da zero quindi ho dovuto con tempismo cliccare su pausa arrivato al 100% e poi sull’opzione per rimuovere il download dalla lista preservando il file.
    Volevo chiedere se è un comportamento noto e se magari si può evitare in qualche modo.
    Grazie infinite ancora!

    1. Il download non va “in loop”, semplicemente prima vedi l’avanzamento del flusso video e poi di ciascuna traccia audio. Lascialo procedere senza problemi.

  6. Non funziona l’audio ne con linux e tanto meno con windows con cui ho fatto l’import di ffmpeg fai tool di Stacher … Vorrei comunque farlo funzionare sotto linux e non in ambiente windows. Suggerimenti ?

  7. da due giorni che con stacher si riesce a scaricare il telegiornale o trasmissioni sportive ma per la maggior parte dei video riporta o errore 403 forbidden o il video è drm protected. Cosa posso fare per risolvere? Prima scaricavo anche con dwhelper ma da tre giorni ottengo un video senza audio e con lo schermo completamente verde.

    1. I video con DRM non si possono scaricare né registrare, appunto perché c’è il DRM, questo è normale. Per l’errore 403 innanzitutto devi disattivare TOR. La maggior parte dei video sono geo-protetti e funzionano solo dall’Italia.

  8. EVVIVA. Ci sono riuscito. Chi la dura la vince.
    Ho riletto attentamente punto per punto le tue istruzioni. Ho rifatto tutto il percorso delle varie installazioni. Non so dove pima avevo sbagliato. Alla fine, come per miracolo, le cose sono cambiate e mi sembra che tutto funzioni bene, Speriamo che continui così.
    C‘è solo una avvertenza che prima mi era sfuggita e di cui nessuno ha parlato.
    E’ sicuramente consigliabile scaricare un video alla volta, perché scaricandone due o più contemporaneamente, i flussi video e audio potrebbero entrare in confusione tra loro. Particolarmente se si tratta di video in sequenza dello stesso programma televisivo.
    Permettimi di dirlo: Caro LAZZA SEI UN MAGO.
    Non posso solo ringraziarti, Vorrei anche essere riconoscente, osando sperare che altri seguano il mio esempio. Dimmi come e cosa devo fare per farti una donazione, è il minimo che io possa fare per sdebitarmi.
    Ancora GRAZIE.
    GIORGIO

    1. A me non succede. Sicuro di non aver inavvertitamente disattivato Tampermonkey (o equivalente) o lo script?
      Recentemente Tampermonkey aveva chiesto una conferma esplicita per aggiornare lo script. Non so cosa succeda se non si aggiorna, magari lo disattiva.

  9. Ho un computer con Linux (Ubuntu 22.04 regolarmente aggiornato). Nell’ordine:
    1) ho installato Stacher (versione 6.0.28)
    2) ffmpeg era già installato (versione 4.4.2)
    3) ho eseguito le istruzioni provando con entrambe le stringhe che tu hai riportato.
    Il dowload termina con un errore di postprocessing e mi ritrovo diversi file audio e video, ma separati, mentre credo che alla fine dovrebbe rimettere insieme la traccia video con quella audio.
    Va configurato qualcosa su ffmpeg?
    Grazie per l’aiuto.

  10. CIao, mi dispiace importunarti ma io sono all’estero e mi collego tramite una vpn, stacher scarica il telegiornale o trasmissioni sportive, Ok per i drm ma per i video non protetti che dwhelper riesce a scaricare solo parzialmente staker mi riporta sempre 403 forbidden, non ho tor e la impostazione di stacher dovrebbe essere buona in quanto scarico i telegiornali. Ti prego aiutami, altrimenti rimango completamente isolata. grazie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *