Scaricare, ritagliare e convertire le puntate RAI per guardarle sul telefono

Questa guida nasce per spiegare come ho fatto per risolvere una situazione che mi riguarda personalmente. Sono partito da alcuni presupposti base per cercare di capire come ottimizzare la mia fruizione di una trasmissione che mi piace. Prima considerazione: guardo ben poco la RAI, ma c’è una trasmissione che mi interessa e seguo fedelmente: Chi l’ha visto? Seconda considerazione: ogni mercoledì sera sono impegnato col gruppo Linux, quindi non posso guardare la trasmissione in diretta.

La soluzione più ovvia è adoperare il videoregistratore per memorizzare su cassetta la puntata alla sera e guardarla successivamente. Il problema è che spesso mi dimentico di farlo o continuo a rimandare perché ho tante cose da fare al pomeriggio. Da qui nasce la terza e ultima considerazione: per cinque giorni a settimana, quando vado all’università, ho due ore di treno, una all’andata e una al ritorno.

Dato che sono sempre accompagnato dal mio fedele HTC Wildfire (mi scuso se non ve ne ho parlato ma di recensioni ne trovate tante in rete, sarebbe inutile un’ennesima) ho deciso di approfittare del tempo “perso” in treno e guardare le puntate di Chi l’ha visto mentre viaggio verso Mestre o torno a casa. Ecco come ho fatto…

Requisiti

Inutile dirlo, la guida si basa su Linux, e in particolare uso come riferimento la distribuzione Ubuntu (ho ancora la 10.04 ma non cambia nulla). La prima cosa da fare è assicurarsi di avere tutti i codec installati secondo la mia guida. Inoltre avrete bisogno del mio script Greasemonkey per i programmi RAI (non che sia fondamentale, ma automatizza la parte noiosa del tutto, che infatti non vi spiegherò). Infine assicuratevi di avere installato VLC, FFmpeg, Mimms e Gimp sul vostro sistema, potete farlo dal Software Center.

Scaricare il video

Ovviamente prima di fare qualsiasi conversione il video va salvato. Per fare questo si può consultare l’elenco dei programmi sul sito Rai.tv. Dopo aver cliccato sul programma scelto si può decidere che puntata guardare. Io prenderò come esempio la puntata del 3 novembre 2010. Una volta aperta la pagina col video il mio script si occupa di estrarre il link allo streaming originale.

A voi basta cliccare col tasto destro e copiarlo. Ora aprite un terminale e spostatevi in una cartella comoda, l’ideale a mio parere è il Desktop.

cd ~/Scrivania

Ora dovete guardare l’url che avete copiato (per esempio mettendo il cursore di sopra al link di prima, oppure incollandolo in un file di testo). Ci sono due casi, o inizia per mms:// oppure per http://. Le puntate di Chi l’ha visto corrispondono al primo caso, ma ci sono altri video che sono trasmessi semplicemente con HTTP.

Per scaricare i flussi MMS è necessario usare Mimms. Innanzitutto è opportuno pensare ad un nome “furbo” per salvare il video, ad esempio io chiamo i video con la loro data, nel formato AAAAMMGG. Quindi in questo caso vorrò salvare il video 20101110.wmv.

Per scaricare il flusso con Mimms si fa quindi:

mimms "mms://a1124.v560967.c56096.g.vm.akamaistream.net/7/1124/56096/v0001/rainet.download.akamai.com/56228/raitre/chilavisto/chilhavisto_puntate/243768.wmv?auth=daEadbHcEb1dObPdea1cYaMb3cdbQb3a7aX-bm3fbY-8-DkuwrFq&aifp=V001" 20101110.wmv

Il programma vi mostrerà un progresso sul download, come ad esempio qualcosa del genere (non badata alla velocità lentissima indicata, poi si stabilizza):

358.40 kB / 451.16 MB (28.31 kB/s, 04:25:25 remaining)

Mettete sempre (!!!) le virgolette attorno all’url, in modo da non fare disastri. Se per caso avete bisogno di interrompere il download (con Ctrl+C) e riprenderlo dopo, potete semplicemente ri-eseguire il comando nella stessa cartella anteponendo all’url l’opzione -r quindi iniziando la riga con “mimms -r …“.

Un piccolo appunto se vi capitano degli URL che usano il “normale” protocollo HTTP: il sito RAI ha alcuni video mascherati dietro a url in HTTP che rimandano continuamente ad altri riferimenti. Sono parecchio difficili da scaricare e non ho ancora approfondito la cosa, fortunatamente sono pochi comunque e si riescono a guardare online perlomeno.

Calcolare i margini

Una volta che il video è stato scaricato (le puntate che scarico io sono di circa 450 MB) si può finalmente stabilire come convertirlo. Le puntate scaricate infatti hanno sempre dei margini neri non solo in alto e in basso, ma persino su ambo i lati. Inoltre la proporzione dei video scaricati è 3:2 mentre quella del mio telefono è 4:3.

Ho deciso di trovare un modo per sistemare la cosa, anche perché lo schermo del telefono è già piccolo rispetto a quello del computer, figuriamoci se si sprecano anche pixel. Fortunatamente basta farlo una sola volta per le puntate di una data serie, perché poi hanno tutte il “difetto” con la stessa entità. Il modo più semplice si attua inziando con l’aprire il video con VLC, scorrere in un punto in cui si veda bene la scena, mettere in pausa e cliccare col destro sul video, scegliendo Video > Zoom > 2:1 doppio.

A questo punto si cattura la schermata (tasto Stamp sulla tastiera), ottenendo qualcosa del genere:

Ho ritagliato la schermata per maggiore chiarezza, perciò purtroppo non potete godervi il mio bellissimo sfondo di Paperino!

La schermata appena catturata va aperta con Gimp. La prima cosa da fare è mettere delle guide esattamente sui bordi del video, senza contare ovviamente il bordo di VLC. Vi metto un esempio fortemente zoomato dell’angolo in alto a sinistra per farvi capire, per l’angolo in basso a destra è la stessa cosa ovviamente.

Siate precisi…

Una volta che avete messo tutte e quattro le guide potete usare lo strumento taglierino aiutandovi con le guide per ritagliare solamente l’area del video (non metto lo screenshot). Poi andate su Immagine > Scala immagine e dimezzate le dimensioni per tornare alla grandezza vera del video. Bisogna a questo punto mettere le due guide laterali per regolare il ritaglio a sinistra e a destra. Quello in alto e in basso seguirà poi.

Le due guide verticali “interne” aggiunte sui bordi dell’immagine “utile”

La guida in basso a volte sparisce con il ridimensionamento ma non serve più dopo.

Ora il punto interessante: bisogna infatti decidere come ritagliare in alto e in basso. Un modo che avevo pensato inizialmente era quello di mettere anche le guide orizzontali sul bordo del video, tagliando così i loghi e il numero di telefono, che comunque non sono essenziali per vedere la puntata. Poi però ho pensato a un paio di cose.

Innanzitutto il mio telefono quando apre un video purtroppo lo espande per riempire tutto lo schermo, senza rispettare le proporzioni. È vero, c’è un pulsante da premere per aggiustare la cosa, ma bisogna premerlo ogni volta perché il comportamento di default non si può modificare. Inoltre nel caso di Chi l’ha visto? la parte bassa che solitamente è nera viene usata per mettere i sottotitoli quando parlano delle persone e l’audio si sente male.

Per questi motivi ho deciso di adeguarmi alla risoluzione esatta del telefono, mantenendo buona parte delle bande nere. Sono partito sapendo che la risoluzione del mio telefono è 320×240 e quindi il rapporto è 4/3 (questa informazione è importante da sapere anche per la conversione). Con Gimp perciò ho creato una selezione bloccando il rapporto di aspetto e l’ho messa in centro all’immagine aiutandomi con le guide laterali, dopo aver eliminato quella in cima ed eventualmente quella sotto (si fa trascinandole fuori dall’immagine).

Poi con la selezione ho messo due nuove guide per delimitare il bordo (si trascinano dai righelli). È una cosa abbastanza lunga da spiegare, me ne rendo conto, però vi garantisco che a farlo ci si mette molto meno! Inoltre tenete presente che tutto questo va fatto solo col primo video.

Guida orizzontale aggiunta con l’aiuto della selezione e parametri per bloccare il rapporto d’aspetto

Una volta che ho tutte e quattro le guide posso usare lo strumento misurino per contare quanti pixel ritaglio da ogni lato. Nel mio caso ho visto che ho un ritaglio di 6 pixel a sinistra e destra, mentre ne ho 5 sopra e 5 sotto. C’è però un problema, i margini da ritagliare devono essere pari (per una limitazione di FFmpeg). Per questo motivo, adattate i margini per eccesso sui lati e vedete come meglio sistemarli sopra e sotto.

Io alla fine ho deciso di aggiustare le cose in questa maniera:

  • sinistra: 6px
  • destra: 6px
  • sopra: 4px
  • sotto: 6px

Appuntate i margini che volete su un foglietto o un documento di testo e chiudete pure Gimp senza salvare nulla, potete anche cancellare lo screenshot.

Convertire il video ritagliandolo

La nostra fatica è sostanzialmente conclusa, la conversione va fatta fare al computer. Un solo piccolo appunto prima di darvi l’ultimo comando: come avete potuto notare il video è stato ritagliato poco sui bordi, e come vedremo verrà ridimensionato anche poco (la larghezza desiderata di 320 pixel è poco più stretta della dimensione originale del video). Per questo motivo non aspettatevi che facendo semplicemente un ritaglio e una conversione si ottenga un video tanto più piccolo dei 450 MB originali.

Tuttavia dobbiamo tenere conto che tutto quello spazio è tanto, anche se si tiene una sola puntata alla volta. Inoltre sul cellulare non si ha bisogno di una qualità altissima. Questa è la ragione per cui vi consiglio di cambiare il bitrate del video, ovvero la quantità di “spazio” da dare ad ogni secondo di registrazione. Io uso 128 kbps, che sono un po’ bassi, però non bado troppo all’effetto “quadrettoni” che ogni tanto spunta fuori e l’audio lo lascio invariato per cui si sente bene.

Ok ho detto tutto! Potete finalmente usare FFmpeg per convertire automaticamente il video in MP4 mentre lo ritaglia e ne abbassa il bitrate col comando seguente, ovviamente adattando i parametri alle vostre necessità di ritaglio:

ffmpeg -i 20101110.wmv -cropleft 6 -cropright 6 -croptop 4 -cropbottom 6 -b 128k -s 320x240 20101110.mp4

Lasciatelo lavorare un bel po’ e potrete poi mettere il file nella memoria del vostro cellulare, ad esempio facendovi una cartella chiamata PuntateTV come ho fatto io, in maniera da avere i video separati nella galleria.

Per tutti i prossimi video della stessa serie che vorrete scaricare, potete semplicemente tenere per buoni gli stessi margini e passare direttamente dal download alla conversione, lasciando fare praticamente tutto al PC. È una cosa molto comoda anche se ci vuole un po’ di tempo perché finisca il lavoro. Però ne vale la pena!

16 pensieri su “Scaricare, ritagliare e convertire le puntate RAI per guardarle sul telefono

  1. Grazie mille per questa guida!
    Io scaricavo i video dal sito della Rai tramite VLC ma al termine del download diventavano di 0 byte inspiegabilmente.
    GRAZIE!!

  2. Prego.🙂 È un sollievo vedere che è utile a qualcuno, con tutto il tempo che ci ho messo a scriverla.😉 Poi usi anche la conversione o le guardi solo sul PC?

  3. Ciao, bella guida, utile assai.
    Però mi sa che si può semplificare ulteriormente utilizzando VirtualDub per il cropping, il recoding e il resizing (in rigoroso ordine d’esecuzione ^_^ ).

    E’ vero che una volta fatto il lavoro per la prima puntata ti bastano un paio di righe di bash e sei a posto, ma nel caso servisse fare video editing su qualcosa di non ripetitivo ti invito ad usare questo potente quanto semplice programma.

    Alla prossima

  4. Pingback: Dowbload dei programmi Rai.tv | Tana del Bianconiglio

  5. Segnalo, per stare in tema, un servizio online molto interessante che permette di programmare registrazioni di TV e radio e quindi scaricarsi il file: si chiama Faucet PVR e il sito è http://www.vcast.it/. La registrazione è obbligatoria ma gratuita e purtroppo mancano i canali mediaset (per problemi legali).

  6. Ovviamente uno streaming MMS (Microsoft Media Server) è in WMV.🙂 Ma che problema c’è? Se proprio vuoi c’è FFmpeg, ma col setup di codec liberi che ho scritto nella guida puoi riprodurli tranquillamente. Fortunatamente l’audio non è in WMA9 come invece i video in smooth streaming (che si riescono a scaricare con ismdownloader) ma di questo sarebbe da parlare ancora, puoi vedere i commenti sul post dello script.😉

  7. Pingback: Guardare e scaricare i video di Rai.tv e Rai Replay — anche con Linux « Il blog di Andrea Lazzarotto

  8. Ciao, sono un utente Mac (nel caso ho anche pc windows) mi potresti aiutare a scaricare un video? Io scarico già video con rtmpdump da mtv ondemand..ma con rai non riesco! Ho installato il tuo splendido plugin ma quando clicco su: mms stream direct link mi apre vlc e riproduce il video.. ma io vorrei scaricarlo per vederlo su ipad.. grazie mille

Che cosa ne pensi?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...