Stampanti Brother e l’errore “Impossibile rilevare”: un semplice trucco per allungare la vita delle cartucce

Possiedo con soddisfazione una stampante Brother DCP-J140W a getto d’inchiostro. In passato ne avevo parlato spiegando anche come installarla con Linux.

La cosa più interessante di questa stampante è il costo delle cartucce: le compatibili dalla Germania si pagano circa 80 centesimi di euro a cartuccia, tra l’altro in formato ad alta capacità. Un “difetto” di questo brand, però, è che appena la stampante rileva una cartuccia esaurita, tutto si blocca.

Compare infatti il messaggio “Impossibile rilevare”, di solito seguito da una sigla o da una rappresentazione grafica, se la stampante ha un display a colori. La sigla può essere BK, C, M, o Y a seconda del colore: nero, ciano, magenta o giallo.

Perché la stampante si blocca quando esaurisce un colore?

Cercando informazioni online, ho trovato un articolo molto interessante dal titolo Printing with the Black Ink Cartridge Only, nel quale si sfatano alcuni miti in merito a questo argomento. Molti ritengono infatti che i produttori forzino questo comportamento meramente per far acquistare altre cartucce, ma in realtà non è così.

Esistono alcune motivazioni tecniche alquanto valide per impedire la stampa con cartucce vuote. Non mi dilungherò molto, ma voglio elencare i motivi principali di seguito. Per tutti i dettagli, leggete l’articolo linkato.

  1. Innanzitutto, l’inchiostro può seccarsi nel punto di uscita della testina, se rimane lì per un tempo prolungato. Ciò causa stampe di bassa qualità e potrebbe risultare in blocchi irreparabili. Questo viene evitato con un periodico ciclo di pulizia delle testine… che richiede l’uso di un po’ di inchiostro.
  2. In secondo luogo, se una cartuccia è assente, la stampante cercherà di “succhiare” inchiostro, ma otterrà solo aria. Alcune stampanti riscaldano l’inchiostro fino al punto di ebollizione o lo pompano attraverso dei piccoli fori: se l’inchiostro è assente, questo può causare danni alle testine.
  3. Il terzo motivo è che l’assenza del nero può degradare notevolmente la nitidezza degli altri colori, che richiedono un certo quantitativo di inchiostro nero per risultare più brillanti. L’articolo mostra anche un’immagine di esempio.

Quando le cartucce in realtà non sono vuote

Posto che stampare con cartucce completamente esaurite può essere dannoso, rimane tuttavia un altro problema. Infatti le stampanti Brother a volte segnalano l’assenza di inchiostro con cartucce tutt’altro che vuote!

A me è successo recentemente, desiderando stampare qualche articolo per lavorare alla tesi. La stampante lamentava l’assenza di inchiostro nero, ciano e magenta: insomma ben 3 su 4. Pur essendo consapevole di aver pagato le cartucce pochissimo, sono rimasto piuttosto deluso quando le ho esaminate. Guardate la foto.

Livello di inchiostro effettivo di ciano e magenta
Livello di inchiostro effettivo di ciano e magenta

Non ho fotografato il nero, ma vi garantisco che la situazione era analoga. Le cartucce compatibili hanno il vantaggio di essere trasparenti, mostrando che in effetti c’è ancora circa il 20% di inchiostro disponibile. Altro che vuote.

L’articolo di cui ho parlato prima—relativo ai motivi per cui le stampanti si bloccano—contiene suggerimenti per ovviare alla situazione con alcune marche. Tuttavia, in merito alla Brother è piuttosto pessimista, arrivando a negare l’esistenza di soluzioni:

Cartridges that fall under this description will simply not let you continue if they believe a cartridge is missing or is out of ink. there is no work around or solution currently available other than replacing the cartridge.

Una volta consapevole dei motivi tecnici “di sicurezza”, sapevo comunque di non avere delle cartucce vuote, e volevo stampare. Prima di darmi per vinto, ho voluto cercare su Internet ancora un po’. È andata a finire che la soluzione me l’ha suggerita direttamente il sito di Brother USA.

Cosa dice il sito di Brother

I vari portali nazionali di Brother contengono un vasto catalogo di pagine molto simili, con i manuali d’istruzioni dei prodotti e le pagine di FAQ (domande frequenti). Quelle relative all’errore “Impossibile rilevare” o “Cannot detect” sono più o meno tutte uguali, limitandosi a dire di provare a togliere la cartuccia e reinserirla, altrimenti buttarla.

Questo non è molto utile. Fortunatamente, la pagina relativa al modello MFC-J6920DW è decisamente più dettagliata e spiega come viene rilevato il livello d’inchiostro. Riassumo qui le informazioni principali, solo per il pezzo che ci interessa. Ho rifatto le figure perché quelle originali sono di bassa qualità.

L’articolo inizia spiegando che l’errore può comparire in caso di cartuccia esaurita, oppure nel caso si tenti di usare una cartuccia del modello sbagliato. Raccomanda inoltre di leggere attentamente il messaggio.

Estrazione della cartuccia
Estrazione della cartuccia

Si passa poi alle istruzioni per estrarre le cartucce. Dopo aver aperto lo sportello è necessario premere la levetta relativa al colore desiderato, facendola scattare. La cartuccia viene spinta fuori e si può rimuovere.

Segue tutta una filippica che spiega come assicurarsi che le cartucce siano originali. A noi questo non interessa, passiamo oltre. Il punto 5 della spiegazione ci dice finalmente come fa la stampante a rilevare il livello di inchiostro. Viene mostrato tutto con due foto, che ho ricostruito qui sotto:

Ricostruzione dello schema fornito da Brother
Ricostruzione dello schema fornito da Brother

In sostanza l’inchiostro, scendendo di livello, fa muovere in alto un indicatore nero che esce dalla finestra del sensore. L’articolo si chiude spiegando che è necessario procurarsi una cartuccia che non sia esaurita. Infine illustra come riporre le cartucce all’interno della stampante.

Resettare il livello di inchiostro

Avendo imparato il funzionamento del sensore, si può procedere a “persuadere” la stampante ad accettare le cartucce. Il metodo è molto semplice: coprire la finestra del sensore!

Io ho proceduto a “scoperchiare” l’area interessata spostando con le dita la plastica nera che scorre lateralmente sulla cartuccia. Ho quindi operato con la prima cosa che mi è capitata sotto mano, in particolare un pennarello UniPosca argentato.

Finestra del sensore coperta
Finestra del sensore coperta

Ho nominato il pennarello solo come esempio, potete usare quello che vi va, che sia un pezzo di nastro isolante, una mano di tempera, una placcatura in oro… 😛 Gli indelebili ad acqua però non sembrano andare bene.

Scherzi a parte, l’importante è che sia coperto da tutti e due i lati!

Una volta effettuata l’operazione, reinserite le cartucce nella stampante. Il display mostrerà un messaggio chiedendo se sono state sostituite delle cartucce. Rispondete “sì” a ognuna. Se tutto è andato per il verso giusto, verrà stampata una pagina di prova e potrete continuare a stampare quello che vi serve.

Livello del nero dopo la "riparazione"
Livello del nero dopo la “riparazione”

Come potete vedere dalla foto, le cartucce verranno viste come completamente piene. Rimarrà a voi l’onere di cambiarle quando saranno effettivamente in procinto di esaurirsi.

Lo potrete vedere dai colori sbiaditi della stampa e a quel punto sarà proprio il caso di mettere delle cartucce nuove. Ricordate quello che ho scritto sulle ragioni tecniche di questa necessità. Meglio non rischiare di rovinare la stampante. 😉

112 pensieri riguardo “Stampanti Brother e l’errore “Impossibile rilevare”: un semplice trucco per allungare la vita delle cartucce

  1. e la stampante messa all’angolo con uno strato di polvere, si risollevò dignitosamente 🙂
    Funziona egregiamente tale sistema, semplice ma geniale. Grazie delle informazioni!!

  2. Ciao, molto utile grazie
    io ho una stampante dcp-135 c ho cambiato le cartuccie con quelle compatibil, ma mi dice sempre che le cartuccie sono esaurimente. Mi puoi dire per le cartuccie tipo B-LC1000 dove si trova la spia da coprire? grazie!!

  3. Non conosco tutte le stampanti Brother del mondo, anzi, conosco solo la mia. 😛 Prova a studiare bene com’è fatta una cartuccia vuota e confrontala con una piena, probabilmente troverai la finestra del sensore. Ovviamente tieni conto che se ci sono parti di plastica scorrevoli, è il caso di spostarle per controllare dietro. 🙂

  4. Grazie mille, un’ultima domanda: a usare le cartucce compatibili la qualità di stampa è più bassa? O c’è il rischio che si danneggi la stampante?

  5. Non vedo rischi per la stampante (a parte il ridotto introito del produttore della medesima). Ovviamente se le cartucce sono vuote sul serio (di qualsiasi marca) allora la stampante può rovinarsi per i motivi scritti nell’articolo. L’inchiostro è sempre inchiostro, la stampante non sta certo a vedere la marca scritta sull’etichetta.

    Riguardo alla qualità di stampa, non sono certo di essere la persona più adatta a rispondere. Che io sappia esistono inchiostri più o meno economici, ma la maggior parte delle volte a casa stampiamo documenti e non fotografie. Per questo tipo di utilizzo, non ho mai avuto delusioni sulla qualità, sia col nero che coi colori. Se invece sei un fotografo o un grafico, forse potresti fare qualche test. Di certo non ti costerà molti soldi, visti i prezzi delle compatibili. 😉

  6. A me non ha funzionato questa strategia. Ho le lc 121 bk ma mi chiede sempre di sostituire il nero. Il microchip posizionato sopra non c’entra nulla?

    1. Non penso che il microchip c’entri, anche se non ho il tuo tipo di cartucce. In ogni caso verifica di aver coperto il sensore da tutte e due le parti e di aver detto alla stampante “Sì, ho cambiato la cartuccia” dopo averla reinserita.

  7. Ciao! anche io stavo sclerando appresso alle cartucce compatibili, che non venivano lette dalla mia stampante Brother DCP J132 W, ma dopo aver letto la tua guida, ho provato ad agganciare un pezzettino di nastro isolante nero in entrambi i lati della parte plastificata dove si vede l’inchiostro (esattamente la parte che hai indicato), il risultato è che ora funziona perfettamente! inoltre facendo varie prove ho scoperto che basta anche solo una cartuccia compatibile con il “pezzetto di nastro isolante” per farle funzionare tutte (senza nastro isolante), di conseguenza ipotizzo che basta un sensore “bloccato” che si bloccano tutti, comunque sei un grande, mi hai fatto risparmiare un sacco di tempo e di soldi (solo stasera ho fatto 500 e passa fotocopie), ciao e grazie! 😉
    P.s. confermo il fatto che le cartucce vengono “viste” come scariche quando invece non lo sono, ho provato a mettere il pezzo di nastro isolante anche su quella nera scarica, e non appena l ho collegata alla stampante, ha ricominciato a funzionare perfettamente, comunque dimenticatevi di poter riutilizzare il controllo inchiostro del software in dotazione della Brother, ciao 😉

  8. mi hai fatto risparmiare un sacco di tempo e di soldi (solo stasera ho fatto 500 e passa fotocopie), ciao e grazie! 😉

    Ottimo. Prego. 🙂

  9. Ciao a tutti. Sto impazzendo appresso alle cartucce compatibili, che non vengono lette dalla mia stampante Brother DCP J132 W. Ho utilizzato la cartuccia nero originale fino allo svuotamento, con il nastro. Adesso, però, con la cartuccia adattabile non ne vuole proprio sapere. Ho tolto il chip dall’originale e l’ho messo su quella adattabile: in un primo momento tutto ok, ora da ieri non rileva la cartuccia che contiene inchiostro per più della sua metà. Credo proprio che la stampante abbia mandato in blocco il chip. Non saprei proprio cosa fare! Avete qualche consiglio per me? Inoltre volevo chiedere: le cartucce provenienti dalla Germania presentano problemi di compatibilità a livello di chip? Vorrei qualche feedback da qualcuno che le abbia già usate, prima di spendere soldini inutilmente.
    Grazie 1.000

    1. ciao, abbiamo la stessa stampante, io le ho prese su Amazon da terzo venditore http://www.amazon.it/gp/product/B00HTMYN2S?psc=1&redirect=true&ref_=oh_aui_detailpage_o02_s01 , come ho scritto precedentemente, le cartucce non mi funzionavano ma dopo aver seguito la guida, hanno iniziato a funzionarmi perfettamente, comunque se puoi ti consiglio di disinstallare e reinstallare in maniera approfondita (magari con ccleaner) il software della stampante, magari c’è’ stato qualche aggiornamento e si è salvata una stringa sul tuo pc, che blocca queste cartucce compatibili, poi onestamente non so cos’altro consigliarti 😉

    2. Ciao a tutti. Ho acquistato sulla baia, provenienza Germania l’oggetto 231206243934, che è arrivato ieri. Inutile dire che la spedizione è stata velocissima! Ho spostato il chip dalla LC-121BK originale alla LC-123BK tarocca e l’ho resettato col Chip Resetter, dopo aver applicato il nastro. La cartuccia inserita è stata subito riconosciuta dalla stampante ed ora “Alles OK”.

  10. Grazie mille, ottimo suggerimento… io ho usato il bianchetto ed ha funzionato alla grande… dovevo stampare in bianco e nero e la stampante mi dava giallo e magenta esauriti… un po’ di bianchetto, et voilà… Grazie ancora, Pier

  11. Grazie per il suggerimento! E’ ripartita! Ero andata nel panico! Ho usato anch’io uniposca ma fuxia. Avevo cambiato tutte le cartucce ma il magenta non lo leggeva, cartuccia nuova. Ora tutto a posto. Grazie mille mi hai salvato!

  12. Prego. 🙂 Se hai tempo e voglia, prova anche con le cartucce che hai rimosso, magari non erano veramente vuote e puoi usare anche il loro inchiostro. 😉

  13. Ho una stampante Brother J6920 ed è nuova!!! Dopo aver usato le cartucce in dotazione ho cercato in rete le compatibili e ho acquistato queste.
    Non ho avuto problemi con il chip ma temo che avendo apposto già sulla cartuccia nero originale il nastro per coprire la finestra del sensore … qualcosa sia andato storto perchè adesso che ho inserito la compatibile nero appena acquistata …. la stampante
    MI STAMPA IN GRIGINO ANZICHE’ NERO!!!
    che cosa posso fare ?
    Aiutatemi a risolvere questo problema, vi prego!

  14. Grazie mille era tutta la sera che non riconosceva il giallo dicendo che era vuoto alla fine ho bloccato il galleggiante che non voleva rimanere giù con un piccolo lembo di carta e la stampate è partita.


    Ah dimenticavo le mie cartucce non hanno il galleggiante protetto da plastica trasparente pertanto sulle mie cartucce non si può annerire la plastica trasparente bisogna bloccare il galleggiante , io ho usato una piccola striscia di carta che ha bloccato il galleggiante della mia Brother MFC-J825DW.
    Di nuovo ancora grazie per la dritta.

  15. Paolo, può darsi che tu abbia tirato un po’ troppo la corda quando il nero era già finito, anche a me è successo una volta. 🙂 Fai 2 o 3 cicli di pulizia delle testine dal menu della stampante e poi dovrebbe tornare a posto.

    Rino, ottima soluzione!

  16. Funziona! Io ho usato del nastro adesivo nero (quallo che usano gli elettricisti) e tutto è meravigliosamnete stato risolto. Geniale (naturalmente terrò conto delle raccomandazioni, ma almenno ho potuto stampare in attesa dei ricambi..).

  17. Ciao Ragazzi…io sto impazzendo! Il trucchetto dell’UniPosca va bene per svuotare le cartucce originali..ed è andato alla grande.ora ho installato delle cartucce compatibili da 2,50€ e la stampante ( mfc 6920) mi fa una stampa e poi mi dice “cartuccia non installata, rimuovere e reinstallare Giallo e Ciano” come posso risolvere?
    Grazie a tutti in anticipo!

  18. Io ho una stampante MFC J220 HO CAMBIATO DUE VOLTE LA CARTUCCIA compatibile magenta ma la stampante non stampa rosso. Mi sapete dire perchè ?
    Grazie

  19. Ciao a tutti. Ho un multifunzione Brother e sono intenzionato ad acquistare delle compatibili. Nessuno di voi ha avuto problemi (intendo danni alla macchina e qualità di stampa) nel tempo con le compatibili? Quale mi consigliate? Grazie a tutti.

    1. L’unico problema degno di nota, nel mio caso, è che se do retta all’indicatore dell’inchiostro rischio di buttare le cartucce ancora mezze piene. Da ciò è nato questo articolo. 🙂

  20. Quindi niente stampanti gettate, augelli attappati o sruzzi di inchiostro? Da quanto usi le compatibili sulla stessa macchina?
    Grazie

    1. No, ho perso qualche goccia rigirando un po’ le cartucce, a volte. Intendo gocce finite nel vano cartucce, lavabili con un fazzoletto, non sui fogli. Per l’altra domanda, tieni conto che l’articolo che stiamo commentando è di un anno fa e la stampante è sempre quella. 😉

  21. Ciao, ho una Brother MFC-J870DW ed ho utilizzato il trucchetto per tirare avanti con la cartuccia compatibile nera. Ho dovuto anche inserire sulla compatibile il chip della originale per farla riconoscere. L’altro giorno, in seguito a sostituzione della cartuccia con altra compatibile, ho rieseguito le manovre ma con amara sorpresa mi sono accorto che la cartuccia non viene riconosciuta. Cosa posso fare a questo punto? Proveró appena possibile, come ha suggerito qualcuno, a reinstallare la versione vecchia del software della stampante.

    1. Non uso cartucce col chip, pertanto non saprei darti una risposta. Però ci sono altre persone che hanno commentato dicendo di adoperarle, spero che qualcuno di loro possa dare maggiori dettagli. 😉

  22. Ciao a tutti,
    ho letto con molto interesse tutti i post elencati,
    in ultimo quello di Pino in riferimento alla MFC-J870DW in quanto sarei interessato prossimamente all’acquisto della stessa, e mi stavo di conseguenza informando sul costo degli inchiostri sia originali che compatibili.
    Ho appreso dal post di Pino che le stesse cartucce compatibili, necessitano per funzionare del chip originale, vuol dire che con il chip presente sulle stesse compatibili non vengono riconosciute dalla stampante?
    Altra cosa, sempre da post letto, alcuni dopo aver spostato il chip dall’originale al compatibile, hanno resettato con Chip Resetter. Questo cosa significa, aver effettuato un reset direttamente dalla stampante tramite funzione, oppure tramite qualche software a corredo?
    Grazie a tutti per le delucidazioni in merito
    Ciao Sim.

  23. in riferimento alla MFC-J870DW in quanto sarei interessato prossimamente all’acquisto della stessa

    Se ne hai la possibilità, ti consiglio di orientarti verso una stampante che usi cartucce senza chip. Si risparmiano molti grattacapi.

    alcuni dopo aver spostato il chip dall’originale al compatibile, hanno resettato con Chip Resetter. Questo cosa significa, aver effettuato un reset direttamente dalla stampante tramite funzione, oppure tramite qualche software a corredo?

    È chiaro che nessuna funzione ufficiale della stampante ti consente di alterare il chip per “fregare” la stampante stessa, sarebbe un controsenso. 😉 Non si può intervenire via software sui chip delle cartucce. Il chip resetter è un dispositivo hardware che si usa per riprogrammare il chip, è fatto più o meno così.

  24. Ciao Andrea, grazie della comunicazione.
    Sapresti indicarti un multifunzione con caratteristiche similari alla MFC-J870DW, che monta appunto cartucce senza chip?
    Da quello che ho visto in giro mi pare che tutte abbiano il chip.
    Grazie ciao Sim.

  25. Ciao a tutti,
    le stampanti e multifunzioni Brother hanno un blocco contatore di stampa, al raggiungimento di un certo numero di copie come avviene sulle Epson?
    Grazie ciao Sim.

  26. Sapresti indicarti un multifunzione […] che monta appunto cartucce senza chip?

    In genere trovi una sfilza di modelli compatibili, quando guardi i siti dove vendono le cartucce compatibili senza chip. Quindi se, per esempio, una cartuccia va su 25 modelli di stampante, puoi trovare indicati tutti i codici necessari per cercare dettagli sul prodotto.

    un blocco contatore di stampa, al raggiungimento di un certo numero di copie

    Questa cosa mi sembra orribile e non ho mai sentito parlare di nulla del genere.

    Qualche suggerimento in merito?

    Siamo su un blog, non è un forum (non si saluta nei messaggi, non si “uppano” le discussioni, anche perché non ci sono thread) e soprattutto non è una linea di supporto tecnico. Non è che fare una domanda significhi avere la garanzia di una risposta in 1 ora.

    Ho la tesi da scrivere, e oggi sono stato tutto il pomeriggio in ospedale per un problema al polso. Esiste la vita reale. Insomma, la risposta può arrivare, e se arriva, lo fa quando è il momento. Non c’è bisogno di sollecitare proprio nulla. 😉

  27. Ok certo.
    In riferimento a quanto da te indicato non riesco a trovare nessun multifunzione che monti cartucce senza chip, probabilmente i tempi sono passati e ormai le nuove stampanti montano tutte il chip.

  28. Ciao,
    grazie del link, anche se pare che le abbiano tutte ritirate dal mercato…..non se ne trova più nemmeno una.
    La principale differenza tra multifunzioni della serie DCP a quelle MFC…qual è?
    Ho trovato a buon prezzo circa € 100,00 la MFC-J480DW, ovviamente monta le ultime cartucce con il chip, ovvero la serie LC-223, però il prezzo è molto interessante considerando le funzionalità della stessa.
    Praticamente fa tutto, tranne la stampa diretta su CD, che si può tranquillamente farne a meno.
    Cosa ne pensi di questo prodotto?
    Grazie
    Ciao Sim.

  29. Simone,

    La principale differenza tra multifunzioni della serie DCP a quelle MFC…qual è?

    Non saprei. Per evitare sprechi non stampo molto, inoltre non conosco dettagliatamente il (vasto) catalogo Brother… e mi pare che stiamo andando un po’ OT rispetto allo scopo del post, comunque. 😀

    Ros, addirittura. 😁 Grazie.

  30. Più che un commento è una domanda… ho un multifunzione MFC885CW che uso da anni con cartucce trasparenti ricaricabili comprati su internet e inchiostro in flaconi da un litro. I contenitori/cartucce sono maggiorati (escono dalla stampante appoggiandosi allo sportellino di chiusura consentendo il refill senza estrarli) ) e durano veramente una vita (con il nero, il più grandea 80 ml. circa, riesco a stampare almeno 4 o 5 risme di carta… ). Arrivo al punto… un bel giorno, qualche mese fa, ha smesso di uscire il giallo (o almeno non appare nelle prove di stampa, quelle con tutti i rettangolini colorati e si nota la sua mancanza o carenza nelle stampe a colori perchè la dominante è azzurra..) anche se stampando con Paint un foglio completamente giallo esce ugualmente, magari con un colore non troppo intenso, ma stampato comunque in giallo. All’assistenza autorizzata Brother mi hanno detto che la testina (se di essa si tratta) costa un centinaio di eurini più la manodopera più un set obbligatorio di cartucce originali… praticamente con la spesa ricompro un multifunzione nuovo A3 (il mio è A4) di caratteristiche nettamente superiori!! Detto questo, per non buttare via il mio che, giallo a parte, va ancora molto bene, vorrei tentare di sistemarlo… ho provato con solventi appositi messi in una cartuccia vuota del giallo per vedere se succede qualcosa ma finora senza esito. Mi sarebbe utile anche dritta per aprirlo ed arrivare alle testine perchè finora non ci sono riuscito (e dire che, modestia a parte, sono un buon “ciappinaro” e riesco a smontare di tutto…). Ma perchè mi stampa un foglio giallo se il colore pare non uscire regolarmente? Ci sono speranze secondo voi di recuperarlo? Grazie!!!

  31. Mi sarebbe utile anche dritta per aprirlo ed arrivare alle testine perchè finora non ci sono riuscito

    A parte il fatto di non possedere il tuo stesso modello, non ho idea di come si smonti una stampante. Detto ciò, a me capitavano problemi di un colore mancante dopo un cambio cartuccia fatto troppo tardi.

    Per risolvere mi è capitato di dover fare 4-5 volte di seguito la pulizia delle testine (e poi l’allineamento) dal menu della stampante. Non so se nel tuo caso funzionerà, ma se puoi prova. 🙂

    1. Grazie per la risposta ma le ho già provate un pò tutte… di pulizie ne ho fatte anche 10 o 15 di fila e non solo dal menu normale della stampante ma anche da quello nascosto “MAINTENANCE” che, a detta dei tecnici Brother, è una pulizia ad alta pressione… ho fatto anche parecchi allineamenti testine ecc. Come forse avevo già scritto ho anche messo il diluente apposito in una cartuccia originale vuota nella posizione del giallo e ho fatto molte pulizie del colore facendo pescare il diluente per vedere se si sbloccava la testina. Mi piacerebbe poter smontare la testina per poterla pulire a fondo e tentare l’ultima spiaggia ma non sono riuscito ad aprire l’involucro esterno della stampante… prima o poi riprovo… è diventata una questione di principio!

  32. Ciao,la mia stampante brother mfcj220 non legge la cartuccia ciano.L’ho cambiata e non mi rilevava alcun problema,all’improvviso ha smesso di leggerla.Ho cambiato cartuccia ma niente.Ho resettato la stampante ma ancora niente.Ho provato a fare la pulizia dal menù ma visto che non legge la cartuccia non è possibile fare alcun operazione.Hai qualche consiglio da darmi?

    1. Hai provato a fare una pulizia “vera”? Intendo usando un panno umido per ripulire l’alloggiamento delle cartucce. 🙂

  33. Come faccio a dirti se “è da buttare” un oggetto che non ho neanche mai visto di persona? 😉 Ti conviene portarla dal tecnico e avere un parere più preciso.

  34. Secondo voi perche’ le cartucce originali hanno un costo, e quelle ricaricabili un’ altro? io sono del parere che le originali sono fatte apposta per il prodotto, e per tanto non avrete nessun tipo di problema, a differenza di quelle ricaricabili o taroccate. Chi piu’ spende, meno spende, e lo dico per esperienza.

    1. le originali sono fatte apposta per il prodotto […] a differenza di quelle ricaricabili

      Questo è il ragionamento che vorrebbero indurti a credere i produttori di stampanti. In realtà anche le cartucce compatibili sono fatte apposta per quel modello di stampante. Prova a metterle in una stampante differente e vedrai. 😀

      Inoltre si tratta di ricambi: sono dei pezzi di plastica con dentro inchiostro. Gli unici problemi potrebbero venire se il produttore introducesse degli artifici tecnici apposta per disturbarne l’uso. Cosa che Brother non fa, perché non sono criminali. 😉

  35. Ho una domanda leggermente diversa.
    Ho cambiato la cartuccia originale (esaurita) con una compatibile (Prestige cartridge) alla mia satmpante Brother MFC J480DW e mi da sempre lo stesso messsaggio “impossibile rilevare”.
    Ho provato a metterne un’altra ma è sempre la stessa storia.
    Qualcuno saprebbe darmi qualche suggerimento per far “vedere” la cartuccia alla stampante?
    Grazie di cuore!

    Antonio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *