Far funzionare bene Skype su Ubuntu a 64 bit

Visto che per motivi di studio dovrò andare in Danimarca e con l’ultima versione non è poi così malaccio, ho deciso di reinstallare Skype. Non è il mio programma di messaggistica preferito, tuttavia bisogna ammettere che per certe cose funziona abbastanza bene.

Il problema però è che il pacchetto fornito sul sito, seppur indicato come “multi architettura”, gira un po’ meglio su Ubuntu a 32 bit (è comunque compilato per i386) mentre sulla versione a 64 bit va maluccio. Io ho riscontrato due problemi: il primo era il look dell’interfaccia per nulla integrato col resto del sistema, il secondo l’impossibilità di inserire lettere accentate.

Skype rispettivamente prima e dopo la "cura"
Skype rispettivamente prima e dopo la “cura”

Ho scoperto che entrambi questi problemi sono dovuti alla mancanza di alcune librerie di compatibilità con i software a 32 bit. Ok, il tema orribile si può sopportare, ma per scrivere in italiano gli accenti servono. Per questo motivo, ho deciso di sistemare tutti e due i problemi. Il comando da dare è il seguente:

sudo apt-get install ia32-libs-multiarch:i386 libc6-i386

Il primo pacchetto sistema il tema, l’altro gli accenti. Ovviamente poi dovete chiudere il programma e riaprirlo.

Aggiornamento — 01/01/2013: se volete avere anche l’icona nella barra di stato in modalità indicator di Ubuntu, come quella del gestore di rete o del volume, installate anche il pacchetto sni-qt:i386. L’effetto finale è niente male.

La nuova versione di Skype per Linux è quasi pronta

L’ultimo del mese scorso, dopo tanto silenzio, finalmente è sbucato un post sul blog di Skype per Linux. Nel blog uno sviluppatore comunicava lo stato dei lavori della versione pinguina del famoso client VoIP proprietario. La situazione è riassumibile come segue, a questo link invece potete vedere degli screenshot.

  • Dovrebbe supportare Pulseaudio dalla versione 0.9.10 ma si consiglia caldamente l’uso della 0.9.15 o successiva
  • Il video funziona, ma ci sono ancora dei piccoli casi limite che vogliono sistemare prima del rilascio
  • L’interfaccia è completata per questa versione e non prevedono ulteriori modifiche per ora

Sapete bene che non sono per nulla un fan del software proprietario. Purtroppo però a volte mi tocca fare delle scelte dure: ci sono persone che posso sentire solo tramite Skype, e così via. Contate inoltre che a volte lo uso anche per comunicare con chi fa volontariato con me. In questi casi meglio essere elastici. 😉 Intanto gira voce che il servizio Skype sia a rischio di chiusura. Chissà se succederà veramente. In caso affermativo mi auguro che si diffondano i protocolli SIP e Jabber come standard VoIP.