Il codice sorgente di YouTube-dl è stato rimosso da GitHub, ma gli utenti del web non l’hanno presa benissimo

Chi di voi si interessa al salvataggio dei contenuti audio/video dai siti web avrà sicuramente già sentito parlare di YouTube-dl. Si tratta di un software completamente open source, rilasciato addirittura nel pubblico dominio, che nel sito ufficiale è presentato in modo molto semplice:

YouTube-dl è un programma a riga di comando per scaricare video da YouTube.com e da qualche altro sito.

About youtube-dl

In realtà, a dispetto del nome “limitante”, il programma contiene oltre 1000 estrattori per le fonti più disparate, riunendo la potenza di strumenti esterni, quali FFmpeg, con codice scritto ad-hoc per moltissimi siti.

Concettualmente, l’idea è simile ai miei script per i siti delle TV italiane: si scrive del codice specifico che si adatta ai portali che si desidera supportare. Finora questo codice era mantenuto sulla piattaforma GitHub, la più grande comunità di sviluppatori software del mondo, di proprietà di Microsoft.

La richiesta di rimozione

Il 23 ottobre 2020, la Recording Industry Association of America (RIAA) ha presentato un’istanza di rimozione ai sensi del Digital Millenium Copyright Act (DMCA), richiedendo la rimozione del repository principale del progetto, nonché svariate versioni clonate o derivate (dette fork).

La vicenda è stata spiegata nel dettaglio su XDA Developers ma, riassumendo, la RIAA sostiene che YouTube-dl sia uno strumento atto a violare i diritti di copyright dei suoi assistiti (artisti e case discografiche). In realtà ci sono diversi aspetti problematici relativi a questa argomentazione.

Il tweet della EFF dove si spiega che YouTube-dl è uno strumento legittimo, con svariate applicazioni perfettamente legali

Come ha spiegato la Electronic Frontier Foundation (EFF), YouTube-dl è uno strumento lecito e può essere utilizzato per molti scopi assolutamente validi. Restando nell’ambito di YouTube, senza quindi citare le centinaia di altri siti web supportati, si possono scaricare video con licenza Creative Commons o nel pubblico dominio, come quelli governativi.

Inoltre, alcuni creatori di contenuti o persone che appaiono nei video usano il programma per scaricare i propri contenuti. Ne so qualcosa anch’io.

Insomma, sostenere che un software del genere sia illegale è un po’ come richiedere che sia proibita la vendita dei coltelli da cucina, in quanto oltre a sfilettare il pesce ci si possono potenzialmente fare altre cose.

Oltre a questo, la RIAA (entità americana) nella propria istanza mette insieme un’accozzaglia di motivazioni diverse, citando il DMCA (una legge statunitense) e subito dopo facendo riferimento a una decisione della Corte Regionale di Amburgo ai sensi del diritto tedesco. (?!?!?)

GitHub è un’entità americana, quindi deve sottostare alle richieste DMCA, tuttavia il fatto che tale atto abbia ripercussioni su tutti gli utenti a livello mondiale è una conseguenza che non deve essere sottovalutata.

Infine, è opportuno spiegare che l’unica possibilità che resta agli sviluppatori, volendo restare su GitHub, è quella di opporsi all’istanza, andando incontro a lunghe e costose vicende giudiziarie. In sostanza, presentare la richiesta per la RIAA è semplice ed economico, contrastarla richiede molto denaro ed è difficile, specie per un progetto open source.

Le reazioni in rete

Oltre alla citata presa di posizione della EFF (che fa quindi ben sperare in un coinvolgimento in difesa degli sviluppatori), non sono mancate numerose reazioni online.

Altre persone hanno cominciato a condividere nuove copie del codice (o, in gergo, forkare) su GitHub stesso, nonché su GitLab, BitBucket e tutte le piattaforme “alternative” ad esso, famose o meno.

Tuttavia, mi vorrei soffermare su due casi che ho visto online e che sono assolutamente fenomenali.

Innanzitutto, l’utente Twitter lrvick ha utilizzato un difetto noto da tempo a GitHub (e considerato “indegno” di essere corretto) per inserire una copia del codice sorgente di YouTube-dl direttamente all’interno del repository DMCA di GitHub.

Quindi, a livello teorico, ora la RIAA dovrebbe richiedere a GitHub di cancellare il repository di tutte le istanze DMCA, in quanto contiene il codice “incriminato”. 😀

Per farsi beffe di YouTube, invece, l’utente GitHub gasman ha condiviso un piccolo pezzo di codice e un video postato su YouTube, che contiene una codifica visuale (in binario) del codice sorgente del programma.

Scaricando e decodificando questo video, caricato su YouTube, è possibile ottenere una copia funzionante del codice di YouTube-dl

A tutti gli effetti, gli utenti ora possono usare YouTube per condividere con gli altri un software usato per scaricare i video di tale sito.

In sostanza si è scatenato un vero e proprio effetto Streisand.

Cosa fare ora

In attesa di vedere l’evolversi della vicenda, è importante capire quali opzioni rimangono per scaricare i video da YouTube e da altri siti web, per scopo personale o comunque per altri usi legittimi.

Innanzitutto, c’è da chiarire che i download del programma sul sito ufficiale sono ancora attivi. Nel dubbio, è meglio usare solo yt-dl.org e ottenere una copia del software da lì. Gli utenti Linux e macOS possono usare anche Homebrew, pip o il proprio gestore di pacchetti.

Chi preferisce provare qualche alternativa può valutare l’uso di The Stream Detector (in accoppiata con streamlink oppure ffmpeg), JDownloader o altri programmi. Nei casi più difficili, può tornare utile leggere la mia guida completa per il download dei contenuti audio e video presenti nelle pagine web.

La cosa più importante rimane, in ogni caso, diffondere la conoscenza di questa vicenda e riflettere sulle conseguenze che atti del genere possono avere sulla nostra fruizione dei contenuti web.


Aggiornamento: il 16 novembre 2020 GitHub ha annunciato di avere reintegrato il repository del progetto, anche in seguito a una risposta ufficiale di EFF e alcune modifiche effettuate sul codice sorgente.

4 pensieri su “Il codice sorgente di YouTube-dl è stato rimosso da GitHub, ma gli utenti del web non l’hanno presa benissimo

  1. Ciao Andrea, come al solito la tua puntualità nell’elevare certi problemi è impeccabile.
    Infatti posso confermare che nelle varie community c’è stato un vero e proprio terremoto.
    Dalle violente reazioni verso la Riia e il DMCA, al timore che youtube-dl scompaia.
    Io credo che in realtà basterà attendere pazientemente.
    In alternativa si dovrà tornare ai vecchi metodi.
    Alla prossima e come sempre grazie per il tuo lavoro. 😉

  2. No chiaro, non penso che scompaia… si può sempre hostare altrove (come sta già avvenendo). Però è un brutto precedente.

  3. Andrea, sembra che il repository GitHub di youtube-dl sia tornato disponibile ieri verso le 15:00 (ora italiana).

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.