Gli articoli premium de La Stampa li può leggere chiunque, senza pagare

Precedentemente vi avevo già parlato di come gli articoli premium di Repubblica siano in realtà a pagamento solo per finta. I testi completi degli articoli infatti sono ottenibili in modo abbastanza banale perché il sito li mette a disposizione di chiunque.

Il caso era abbastanza eclatante, perché il testo di ogni articolo veniva semplicemente reso invisibile all’utente, ma effettivamente era presente. La maggior parte dei siti di notizie, invece, effettuano un vero e proprio “taglio” del contenuto. Al browser dell’utente viene mandato il primo paragrafo del testo e poi si vede un banner che invita ad abbonarsi.

Recentemente una persona mi ha chiesto se fosse un fenomeno presente anche su un altro quotidiano, ovvero LaStampa TopNews. Però penso risulti chiaro: una mancanza del genere solitamente è l’eccezione, non la regola. Stavo quindi preparandomi istintivamente a scrivere una risposta negativa.

Poi mi sono detto “vabbè dai, sono in ferie… 5 minuti li spreco, ma non uno di più”. Ho aperto uno degli articoli marcati come TopNews sul sito, in particolare questo:

http://www.lastampa.it/2018/08/22/cultura/investimenti-un-patto-per-ripartire-4Irf6mm0cDpDXY7JvmjtHI/premium.html

Ho osservato l’indirizzo e mi sono chiesto se questo avesse anche una versione di stampa. La prima cosa che mi è venuta in mente di fare, in modo del tutto istintivo, è stata di rimpiazzare il nome premium.html con print.html. Certo, un tentativo un po’ sciocco, ma costava poco provare. Quindi ho tentato di visitare questo URL:

http://www.lastampa.it/2018/08/22/cultura/investimenti-un-patto-per-ripartire-4Irf6mm0cDpDXY7JvmjtHI/print.html

Con mia sorpresa, qualcosa si è aperto. 🙂 La figura mostra le due pagine in questione:

Il testo di un articolo, prima e dopo il cambio dell’URL

Lo so, state pensando che è una cosa veramente assurda e bizzarra. L’ho pensato anch’io. 😀 Il fatto che le versioni complete degli articoli siano disponibili online a chiunque, senza login, vanifica completamente il senso del paywall. Considerando poi che i testi degli articoli sono il prodotto offerto da un quotidiano, il business ne risente sicuramente.

La cosa buffa è che nessuna delle due pagine è una “versione stampabile”, se provate a generare delle anteprime in PDF vedrete che vengono entrambe molto male.

Anche in questo caso ho creato un microscopico user-script a scopo dimostrativo, il quale funziona con le estensioni Greasemonkey e Tampermonkey. Se vi trovate su una pagina di TopNews, carica in background il testo integrale dalla versione “intera” e lo mette al posto dell’anteprima. Lo potete installare da qui:

La Stampa TopNews Full Text Articles

Come sempre, lo script è solo un proof-of-concept e il sito può venire sistemato in qualsiasi momento.

Quando vedo errori del genere rimango piuttosto basito, perché per qualsiasi sviluppatore software si tratta di sbagli alquanto grossolani e gravi. Durante la progettazione di un sito web, specialmente se a pagamento, è importante operare in modo preciso e professionale e occuparsi anche di fare le relative valutazioni di sicurezza.

Annunci

6 pensieri su “Gli articoli premium de La Stampa li può leggere chiunque, senza pagare

  1. Anche se non c’entra appieno con l’argomento del post (cioè la sicurezza dei contenuti) preciso che lo script contiene anche una leggera modifica estetica alle pagine de La Stampa, per renderle più leggibili sui cellulari. 🙂

  2. Underpass, grazie per l’utile suggerimento. La riga di Jquery (la seconda che mi hai segnalato su Greasyfork) funziona anche così ma non mi ero accorto che copiandola dai vecchi script l’avevo lasciata in HTTP… una scelta assurda in effetti, visto che c’è la versione HTTPS. 😀

    Per la riga precedente invece l’ho messa in entrambe le versioni. Interessante notare come dopo due mesi dal post non sia cambiato praticamente nulla.

Che cosa ne pensi?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.