Icone leggibili in qualsiasi condizione sul desktop di Gnome

Quello che vi voglio segnalare è un consiglio che “gira” già da un po’, io però l’ho scoperto solo adesso e credo sia molto utile. Avete mai provato a impostare uno sfondo del desktop con colori chiari, oppure disegni complicati su Ubuntu o in generale qualsiasi sistema che usa Gnome? Di solito succede qualcosa del genere:

Testo poco leggibile

Be’ forse ci si può anche fare l’abitudine, ma generalmente leggere queste scritte è estremamente fastidioso. Mettendo il carattere in grassetto si migliora già un po’, però io vi voglio consigliare un’altra modifica al tema che vi permetterà (assieme al grassetto) di arrivare a questo:

Testo più leggibile

Un po’ meglio, che dite? Ho scoperto questo trucco leggendo del bug #643836 nella mailing list dedicata ai PaperCuts di Ubuntu. Si tratta semplicemente di creare un file dentro la home directory chiamato .gtkrc-2.0 (attenzione al punto davanti, che lo rende nascosto):

style "desktop-icon"
{
 NautilusIconContainer::frame_text = 1
 NautilusIconContainer::normal_alpha = 128
}
class "GtkWidget" style "desktop-icon"

A questo punto bisogna uscire dalla sessione e rientrare. Fatto! 🙂

6 pensieri riguardo “Icone leggibili in qualsiasi condizione sul desktop di Gnome

  1. Scrivo da un portatile HP Compaq 610, Ubuntu 10.04 Gnome (tanto per intendersi). La tecnica del file nascosto aggiuntivo di configurazione va benissimo, ma non si potrebbe provare a piazzare queste due righe di codice in un file di configurazione esistente? Più che altro per tenere in ordine.

    Ho spulciato i nascosti nella mia Home, e non ho notato granché che ricordi un file siffatto; eccetto che nel percorso ~/.gconf/desktop/gnome. Ma mi ci oriento male. Magari se trovo un’altra via la aggiungo; avevo modificato l’aspetto di Gnome scrivendo in mezzo a questi arnesi, ma non mi ricordo più dove!!

  2. @ Muflone, a me non dava problemi di performance, però per evitare noie ai lettori l’ho tolta… Peccato però, mi piaceva. 🙂
    @ fausto, per quello che ne so potresti modificare direttamente il file del tema che utilizzi, il problema è che quando cambi tema perdi questa modifica.

  3. Utile senza dubbio ma leggermente antiestetico.
    Sarebbe stato il massimo se i signorini di GNOME ci avessero piazzato sotto il testo, anzichè quella ombrina ignominiosa, una bella ombra marcata come OSX, Windows 7 e KDE. 😀

    1. Perché antiestetico? Uno sfondo semitrasparente bianco con gli angoli arrotondati… è bellissimo! 🙂 Comunque questo è un bug che è in fase di lavorazione, inoltre è anche tra i One Hundred PaperCuts quindi sta sicuro che si sistemerà. 😉

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.