Rimuovere i risultati di ricerca corrotti in bbPress

Come già sapete, il sito dei matematici che amministro usa bbPress come piattaforma per il forum. È un gran bel CMS ottimo per le funzioni essenziali, però c’è un bug relativo ai risultati della ricerca. La pagina fornisce i messaggi divisi in due categorie, “recenti” e “rilevanti”, però il problema sorge quando bbPress decide che un messaggio recente debba essere anche rilevante.

Il risultato ottenuto è un link (nella parte dei messaggi rilevanti) completamente corrotto, senza descrizione e duplicato del corrispondente sopra: qualcosa di simile a http://giovani.mathesisvicenza.it/forum/topic.php#post-.

Notate i messaggi 5 e 3

Chiaramente questo link duplicato male non è nulla di utile e risulta anche scomodo: una persona infatti potrebbe tentare di cliccarci sopra e non arrivare da nessuna parte. Per ovviare a questo problema ho provato a pensare a come poter distinguere facilmente gli elementi corrotti da quelli giusti. Sono giunto ad alcune conclusioni:

  • non si può discriminare direttamente l’url, in quanto viene direttamente stampato da una funzione di bbPress, non è salvato nell’array
  • un articolo malformato non ha un contenuto, viene visto come vuoto
  • ogni articolo sano deve avere un contenuto, altrimenti la ricerca non avrebbe restituito nulla

Alla luce di ciò, la cosa migliore mi è sembrata quella di fare una prima scansione dei messaggi rilevanti ed eliminare tutti quelli senza testo. Il codice seguente va inserito nel file search.php del tema da correggere e va prima della riga <?php if ( $relevant ) : ?>:

<?php
foreach ( $relevant as $elementKey => $bb_post ) {
if(!($bb_post->post_text)) unset($relevant[$elementKey]);
}
?>

A questo punto la ricerca lavora alla perfezione e senza doppioni. Se volete, provate pure quella dei Giovani Matematici di Vicenza.

Icone leggibili in qualsiasi condizione sul desktop di Gnome

Quello che vi voglio segnalare è un consiglio che “gira” già da un po’, io però l’ho scoperto solo adesso e credo sia molto utile. Avete mai provato a impostare uno sfondo del desktop con colori chiari, oppure disegni complicati su Ubuntu o in generale qualsiasi sistema che usa Gnome? Di solito succede qualcosa del genere:

Be’ forse ci si può anche fare l’abitudine, ma generalmente leggere queste scritte è estremamente fastidioso. Mettendo il carattere in grassetto si migliora già un po’, però io vi voglio consigliare un’altra modifica al tema che vi permetterà (assieme al grassetto) di arrivare a questo:

Un po’ meglio, che dite? Ho scoperto questo trucco leggendo del bug #643836 nella mailing list dedicata ai PaperCuts di Ubuntu. Si tratta semplicemente di creare un file dentro la home directory chiamato .gtkrc-2.0 (attenzione al punto davanti, che lo rende nascosto):


style "desktop-icon"
{
 NautilusIconContainer::frame_text = 1
 NautilusIconContainer::normal_alpha = 128
}
class "GtkWidget" style "desktop-icon"

A questo punto bisogna uscire dalla sessione e rientrare. Fatto! 🙂

OpenOffice e i font sbagliati in modalità presentazione

Mi sono accorto di questo inconveniente qualche giorno prima del Linux Day, e vi garantisco che non è stato divertente: mancava pochissimo all’evento e la mia presentazione fatta con Impress si vedeva malissimo quando veniva proiettata. In realtà la grafica era perfetta, il problema erano i caratteri.

Mentre il font che avevo scelto si mostrava in tutto il suo splendore quando modificavo le slide, in modalità presentazione alcuni numeri nelle tabelle venivano mostrati in un carattere Sans, e per di più con le cifre “appiccicate” tra loro. Questa è una slide in cui si nota il problema.

Come potete notare i costi sono tutti scritti male. Fortunatamente sono riuscito a scovare una segnalazione di questo bug (#585910) e il commento numero 16 mi ha salvato: dopo aver seguito il suggerimento proposto, ecco che la slide si è visualizzata correttamente, come tutte le altre.

Il trucco è davvero molto semplice, infatti basta disattivare l’accelerazione hardware dalle opzioni di OpenOffice.

L’opzione da disattivare

Per quello che ho potuto constatare, ciò non ha alcun effetto collaterale. Vi consiglio quindi di togliere l’opzione, non si sa mai!