Nuova pagina dedicata alla manutenzione Linux (e qualcosina di Windows)

Da qualche tempo ho messo online ed ho cominciato a riempire una nuova pagina, che serve da contenitore per link, strumenti, riferimenti ed appunti vari su alcune operazioni di manutenzione comuni che capita spesso di dover mettere in atto.

L’intento è di costituire una raccolta utile per coloro che fanno attività di installazione e assistenza a Linux, in modo da avere a portata di mano ciò che serve. I problemi comuni come il boot, il partizionamento o la pulizia del sistema e il ripristino dei dati sono scenari molto comuni in questi ambiti, oltre alla splendida attività del trashware. Se vogliamo è anche il mio modo di non dimenticarmi le cose visto che ogni tanto devo ricercare le soluzioni a problemi che avevo già riscontrato.🙂

Il “qualcosina” nel titolo riguarda ovviamente gli scenari che comunemente ci si trova ad affrontare quando si installa Linux alle persone che desiderano avere un dual boot. Sebbene ormai sia una prassi comune e consolidata ci sono sempre alcune insidie che possono saltare fuori (e sappiamo bene che la colpa non è di Linux solitamente). Questo va ad aggiungersi ad alcune considerazioni che avevo già fatto e che spero di approfondire.

Spero inoltre di stimolare in tutti coloro che leggono la voglia di condividere spunti e suggerimenti per arricchire la pagina, perciò se volete fare delle segnalazioni nei commenti ne sarei felice. Non siate timidi.😉

3 pensieri su “Nuova pagina dedicata alla manutenzione Linux (e qualcosina di Windows)

  1. sebbene forse il meno ‘linux-like’ fra i suggerimenti, mi piacerebbe conoscere di piu’ l’efficacia e il riconoscimento del database di Kaspersky. mi fa molto piacere vedere Parted Magic, ma anche Caine e Deft, grandi distro live!

  2. Non sono il più adatto a parlare di software principalmente rivolto all’ambito Windows, però a quanto si dice Kaspersky è tra i migliori in quanto al riconoscimento. Poi per quanto riguarda il livecd è comodo per “azzoppare” i virus che disturbano l’avvio oppure l’esecuzione di altri software. Dopodiché si può usare un antivirus installato per dare una seconda passata.
    Comunque qui trovi un report http://www.av-comparatives.org/images/stories/test/ondret/avc_od_feb2011.pdf e a pagina 9 ci sono i risultati riassunti.🙂

  3. Pingback: Preconfigurare il Trinity Rescue Kit per contenere i motori antivirus e le definizioni aggiornate « Il blog di Andrea Lazzarotto

Che cosa ne pensi?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...