La serata di mercoledì su Linux

L’altro ieri è iniziato il ciclo di piccole conferenze di divulgazione informatica, libere e gratuite, tenute dal Gruppo Utenti Gnu/Linux di Vicenza in particolare dalla sezione di Bassano del Grappa.

C’è poco da dire sulla qualità dell’intervento. Mauro ha tenuto un ottimo talk come è sua abitudine, è riuscito a dare molte informazioni utili tralasciando il superfluo e usando uno stile chiaro e lineare. Difficilmente si poteva fare meglio.😉

Sono un po’ dispiaciuto per l’affluenza: più di 400 persone per certo hanno letto su internet, anche su un sito web locale (BassanoNet) di questa opportunità, eppure alla fine c’erano solo 7-8 persone circa. Mi preoccupa in particolare un controsenso molto diffuso che regna sovrano. Mi è capitato di invitare alcune persone che conosco e sapete qual è stata la loro preoccupazione più comune?

Ma io non sono un/a grande esperto/a di computer.

Bravo/a! Appunto per questo: gli incontri divulgativi servono alle persone “non esperte”, chi sa già tutto che ci viene a fare?🙂

Molti si lamentano di avere limitate conoscenze informatiche e poi meno di una decina decide di voler allargare i propri orizzonti e imparare qualcosa di interessante gratuitamente. Gli altri preferiscono rimanere nella loro rassegnazione di non capirci nulla e non vogliono neppure provare. Forse aveva ragione Lev Tolstoj?

Si possono spiegare all’uomo meno intelligente le cose più astratte, s’egli non ne ha ancora alcuna nozione; ma non si può spiegare la cosa più semplice all’uomo più intelligente, s’egli è fermamente convinto di sapere benissimo ciò che si vuole insegnargli.

Cari amici Bassanesi (e dei dintorni) mi rivolgo a voi direttamente: se vi ritenete esperti perfetti, state attenti, potreste conoscere un giorno qualcuno che ha più cultura di voi. Se ritenete di essere casi disperati che col PC o il software libero non ci vanno proprio d’accordo, abbandonate i pregiudizi e veniteci a trovare liberamente in questi eventi creati apposta per voi. Accogliamo tutti con il sorriso!😉

La registrazione del primo talk dal titolo Cos’è Linux? verrà montata e caricata online al più presto, in modo che anche chi non ha potuto essere presente per cause di forza maggiore possa vederlo quando e come gli pare. Vi tengo aggiornati.

Aggiornamento: è stato pubblicato il video.

19 pensieri su “La serata di mercoledì su Linux

  1. Io invece ieri ho approfittato dell’ultima lezione di informatica di un corso per apprendisti per far vedere ubuntu in funzione, qualche programma gradevole come stellarium, blender, xbmc, la facilità con cui si installano nuovi programmi, li ho lasciati toccare e provare con mano quanto sia agevole e poco diverso da windows per un utilizzo di base… e due o tre si sono esaltati tantissimo, “che bello stasera lo installooo!!!”.. E’ già qualcosa no?

  2. l’unica cosa buona di unix è la shell, per il resto è molto discutibile (io sono un ex utilizzatore di linux e felicemente sono passato a mac…altro pianeta rispetto agli altri S.O.). Poi non mi piace il tuo articolo in quanto sembri altezzoso solo perchè sai smanettare. Se la gente non viene ci sarà un motivo no?? (oltre che linux è inutile per un utente medio…)
    Ciao.

  3. Un altro pianeta certo, freddo, gassoso e inabitabile. Solo perché ha degli aspetti positivi rispetto a Windows non significa che sia un buon sistema. Con Mac ci ho a che fare ogni settimana a volontariato, e non commento su tutte le difficoltà che saltano fuori puntualmente perché anche le cose più elementari richiedono giri assurdi per funzionare (non spendo troppe parole sui ragazzini che aiuto i quali devono subire queste cose, poveracci).
    La tua ultima frase tra parentesi dimostra un po’ di pressapochismo. L’utente medio ha bisogno di navigare su Facebook, scrivere documenti e guardarsi i DVD. Tutte cose che si fanno senza nessun problema. Forse non ci hai mai parlato con un utente medio, non ne hai mai aiutato uno a scegliere!
    Io ho avuto a che fare con molte persone, tutte molto contente, perfino mia cugina che va alle medie usa Ubuntu per navigare, ascoltare musica, passarsi i file nel cellulare, stampare, tutto quello che vuoi. In una frazione di tempo di quanto non facesse Windows, tanto per dire: è comunque solo un esempio.

    Poi hai anche la potenza che ci sta sotto, la sicurezza (parliamo di sicurezza?) e tutto il resto. Libertà, personalizzazione, velocità, portabilità, TCO, valore educativo, e così via. Il tuo caro Mac ha beatamente copia-incollato tanto di quel codice open source di BSD e altri progetti che non hai neppure idea, quindi sai chi devi ringraziare.😉

  4. Io ci lavoro con utenti medi e aziende in quanto faccio il consulente informatico, quindi conosco bene le problematiche. La base di mac è unix ed è positivo! infatti la shell è utilissima.. ma la stabilità e la flessibilità che ha mac os x rispetto a linux non c’è paragone. Io ho utilizzato per anni ubuntu, dopo un inizio soddisfacente ho potuto constatare le limitazioni di questo sistema operativo, i continui aggiornamenti necessari, l’instabilità di alcuni programmi. Sono a mac da 1 anno e mezzo e non torno a linux neanche se mi pagano! Conosco numerose aziende (di cui alcune multinazionali, ma non posso fare nomi) che utilizzano solo mac nei loro computer aziendali. Nemmeno l’ombra di un pinguino o windows. Secondo me linux è buono solo per chi è fanatico di questi sistemi e gli piace smanettare visto che è personalizzabile ma è destinato a essere un sistema operativo di nicchia. Non mi sorprendo che agli incontri che fate non venga quasi nessuno, sono anni che fate le solite cose, bisogna aggiornarsi! Fate un corso su mac e vedrai che pubblico, fidati!😀

  5. Aggiornamenti necessari? Mi sa che non hai capito niente. Il fatto che ogni 6 mesi ti trovi un sistema operativo aggiornatissimo non significa che sia necessario aggiornare, ma hai la possibilità di farlo senza dover aspettare la nuova release per anni.
    Fanatico? Bah, ogni giorno posso usare il PC per farmi i cavoli miei (che di solito si tratta delle cose che fanno tutti, ma non solo quelle) senza avere intoppi di nessun tipo (ivi compresi i quotidiani exploit a flash e adobe reader per Mac), è stabile e trovo tutto il software di cui ho bisogno. Qualcosa non mi piace? Bene, trovo un sostituto oppure me lo modifico io: nessuno mi obbliga a farlo in ogni caso.
    Perché mai dovremmo fare un corso su Mac in un LUG? Per prendere esempio dall’incoerenza Apple?😀

  6. forse non hai capito tu cosa intendevo dire…. comunque è un dato di fatto, il sistema operativo linux in tutte le sue varianti non decolla, e i motivi sono quelli che ti ho elencato prima. Le aziende non si fidano ancora di attrezzarsi di linux ma preferiscono windows (per conformità) e mac (usato dalle aziende piu all’avanguardia). Fai la prova: pubblicizza un corso su mac os x e vedrai che partecipazione avrai.😀 Poi non capisco perchè ti sei lamentato della poca partecipazione: se alla gente non interessa non puoi pretendere che venga!😀

  7. Ovvio, vivo benissimo, mi basta sapere che io uso Linux, se le persone vogliono rimanere ignoranti (sai, c’è gente che non conosce neppure Linux) sono problemi loro, è un loro danno, non mio.🙂 Le persone devono scegliere con cognizione di causa, invece accettano l’unico modello che conoscono: poveracce, mi dispiace per loro ecco tutto. L’obiettivo del LUG è informare la gente, perciò più questo viene raggiunto e più sono contento.

  8. tu sbagli il modo di porti con le persone.. non puoi dire che solo perchè non interessa linux (o qualsiasi cosa che ti piace) sono ignoranti o poveracce!! Significa che a loro sta bene cosi, linux non è una cosa che li attira, ma non vuol dire che sono ignoranti! Uno che conosce è linux vuol dire che è intelligente? non mi pare proprio! Siete troppo presuntuosi e la gente lo percepisce! Cerca di essere più umile e vedrai che magari qualche soddisfazione ce l’avrai, anche se sono fermo nella mia idea che linux è un prodotto di nicchia, giusto per gente fanatica e appassionata e basta.

  9. linux non è una cosa che li attira, ma non vuol dire che sono ignoranti!

    E dire che mi pareva di avere scritto in italiano. Ci sono persone che non sanno neppure che esiste qualcosa di diverso da Windows, questa è ignoranza informatica.
    Non sapere che i principali tre sistemi sono Windows, Mac OS e Linux significa avere zero conoscenze informatiche. È come se ti chiedessero in ospedale a quali cure vuoi sottoporti senza che tu sappia le opzioni: come scegli, tiri un dado?
    Io sono ignorante per quanto riguarda la storia e cultura uzbeka, e non mi vergogno a dirlo. Perché dovrei? È vero! Se non conosco una materia e qualcuno mi offre la possibilità di imparare sono io che devo cogliere l’opportunità che mi si da, altrimenti peggio per me.
    Noi vogliamo, anzi pretendiamo di raggiungere l’obiettivo di fornire alle persone una conoscenza su alcuni aspetti dell’informatica che non tutti conoscono. Se una persona non sa che esiste il software libero è ovvio che poi non lo sceglie.
    Poi quando una persona sa quali sono le sue opzioni può fare quello che le pare: software proprietario? Ok, è la tua scelta. Software libero? Bene, siamo contenti.

    Uno che conosce è linux vuol dire che è intelligente?

    Cosa c’entra l’intelligenza con la conoscenza? Stiamo parlando di ignorare o no l’esistenza di alcune cose, non di stupidità. Ci sono persone molto intelligenti che ignorano l’esistenza di Linux, ci sono persone stupide che non la ignorano. Perché dovremmo mischiare i concetti completamente differenti di stupidità e ignoranza?

    In conclusione ripeto esattamente ciò che ho già detto nel mio precedente commento: le persone devono scegliere con cognizione di causa, conoscendo tutte le opzioni che hanno a disposizione, e se decidono di non usufruire di opportunità gratuite di approfondimento poi non si devono venire a lamentare (lo fanno!) di non capirci niente di computer.

  10. PS: ultimissima considerazione. Tu hai fatto una scelta “informata” in quanto conosci i tre sistemi per cui ti sei potuto fare una tua idea personale: questo significa che tu non sei un ignorante (e non ho mai detto che lo fossi), in quanto la tua è una libera scelta. Questo è ciò che il LUG si prefigge di raggiungere nelle persone: l’informazione e la libera scelta. Niente più niente meno.🙂

  11. vedo che hai ritrattato il tuo concetto di ignoranza, adesso hai spiegato chiaramente cosa intendi. Nei post precedenti e nel tuo articolo hai parlato in modo generico dando un’impressione di presunzione. Lo dico io ma anche le persone a cui ho fatto leggere il tuo articolo e le tue risposte (non questa ultima).

  12. Complimenti per la serata, io non ero presente, ma il ragazzo che spiega e’ veramente in gambaaaaaaaaaaaaaaaaa!!!!!!!!!! complimenti!!!!!!!!!!! siete veramente preparati bene e spiegate le cose in maniera semplice🙂 cosa importante per le persone inesperte!!! Una sola cosa, si potrebbe far a meno di parlare di Mac?😛 Complimenti al relatore ad Andrea e a Damiano Conte(mi sembrava lui dalla voce dietro la telecamera).

    Grazie e Continuate cosi’ ragazzi! la gente arrivera’ col passaparola!!

  13. Avremmo fatto volentieri a meno di parlarne, ma una persona ha tirato fuori l’argomento e non potevamo dirgli di stare zitto, non sarebbe stato corretto.🙂

  14. Pingback: Altri tre incontri di informatica libera 2011 a Bassano del Grappa (VI) « Il blog di Andrea Lazzarotto

Che cosa ne pensi?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...