Itis Linux all’orale

Immagino abbiate sentito la notizia, stamattina c’è stata la prima prova di italiano dell’esame di maturità. Non mi sono piaciute molto le tracce, alla fine ho scelto quella sulla felicità. Ah, avessi avuto quelle dell’anno scorso sarei stato molto più felice (Pirandello, l’amore, i social network… troppe cose interessanti). Domani invece ho la prova di sistemi informatici.

A parte questa piccola parentesi, volevo proporre alla vostra attenzione i materiali con cui affronterò l’esame orale che per me è capitato lunedì 28 alle 12 circa. Per prima cosa vi mostro la tesina che ho depositato stamattina. È la presentazione dell’area progetto che ho fatto durante quest’anno, cioè Itis Linux appunto. Attenzione che le tabelle non si vedono molto bene.

Potete scaricare il pdf originale cliccando qui. Ovviamente non ci sarà tempo di esporre ogni singola riga di quello che è scritto nei 10 minuti che ci concedono. Qui sarebbe da fare una piccola parentesi, uno lavora un anno intero a un progetto enorme e poi ha solo 10 minuti in cui gli insegnanti gli danno retta per sentire quello che ha fatto. È abbastanza snervante. In ogni caso ho creato anche delle slide con cui parlerò per i primi 6/7 minuti. Gli altri 3/4 saranno dedicati ad una piccola demo.

La tesina è troppo tardi per cambiarla, le slide penso che le terrò così però posso sempre accogliere suggerimenti se ne avete. In ogni caso se avete voglia potete dirmi che ne pensate complessivamente. Ringrazio chi mi lascerà dei feedback.

14 pensieri su “Itis Linux all’orale

  1. Complimenti (e auguri per l’esame :D).

    P.S. C’è modo (ora o a esami conclusi, sempre se sei d’accordo e se non ci sono regole varie che lo impediscano) di avere il pdf della tesina? È esauriente riguardo a tutti i punti che andavano trattati e pensavo di sottoporlo al preside e al tecnico del mio istituto (credo che l’anno prossimo venga attuato un rinnovamento hardware) per “spronarli” ad una buona scelta…🙂
    Ultimamente ho visto una Debian sul pc del tecnico – il che vuol dire che forse ha già una mezza idea di pinguinizzare l’aula informatica – ma forse una spintarella in più dagli studenti non sarebbe una cattiva idea…🙂
    Ancora in bocca al lupo!

  2. Ottimo lavoro e buona fortuna.
    Non vorrei scoraggiarti, ma io quando ho affrontato l’esame orale (ormai 3 anni fà), è stato davvero snervante.

    Un progetto di un anno, immenso, faticoso, pieno di dettagli e soldi spesi.
    Io mi son diplomato in un Istituto di Grafica perciò bisognava fare tutto il necessario per un prodotto, dai siti web alle ciabatte, più una presentazione in flash e un book grafico fatto a mano.
    In 10 minuti di parole, i professori interni ed esterni non hanno ascoltato nulla, un anno buttato.

    Non dico che non ascolteranno, ma a loro non importa il lavoro fatto, ma giudicheranno solo il materiale com’è fatto e nulla più.

    Però il tuo lavoro è diverso dal mio, almeno sarà utile alle “future” generazioni di studenti🙂

  3. Ti faccio i miei complimenti.
    Apprezzali perché succede di rado…😉

    Per quanto riguarda la tesina avrei senz’altro preferito un font serif e i paragrafi giustificati invece che sbandierati, appesantiscono la lettura, ma per un testo così preve ci può stare. Il resto dedll’impaginazione è ottima.😉

    Mi piace molto la presentazione, essenziale, pulita, scevra da scritte superflue, fatta per mantenere l’attenzione sulle tue parole…
    Forse è un po’ azzardato e/o presuntuoso sparare “Lo strumento didattico più avanzato di sempre”, potresti aggiungerci, in corsivo, “dopo la lavagna” sottolineando che in fondo è l’insegnante che conta ma è un bene che abbia i migliori ausilii didattici possibili…😉

    In ogni caso in bocca al lupo, ottimo lavoro!
    LuCa

  4. la passione che traspare non potrà che valerti un buon risultato, e al di là di tutte le considerazioni più specifiche continua a mettercene così tanta per il futuro percorso di studi! in bocca al lupo

  5. Grazie a tutti per i complimenti intanto.🙂
    @ Facocero, come no! Ti ho fatto aspettare anche troppo… ora inserisco nel post un link al pdf.😉
    @ FAbio, sì be’ in effetti è un po’ sempre così.
    @ LuCa, sicuramente è una “promessa” onerosa. Diciamo che ci voleva lo slogan e quello ci è venuto.😛 Per quanto riguarda il giustificato, mi è stato suggerito che alla lunga stanca la lettura.🙂 Boh a volte lo metto a volte no, nel dubbio.😉
    @ Bl@ster, contavo di interessarli al punto di boicottare la cosa a mio favore… speriamo.😀

  6. Pingback: Linux day 2010 a tema scolastico « Il blog di Andrea Lazzarotto

  7. come mai una grande azienda tipo Red Hat Italia non ha pensato ad una sua Itis Linux avendo i mezzi per contrastare Microsoft almeno nell’utenza specifica come gli istituti tecnici?

  8. Red Hat lavora già da anni nel mondo enterprise, offrendo servizi ad aziende e scuole. Sta a queste ultime poi la scelta di diventare clienti.

Che cosa ne pensi?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...