La pioggia nel parco

Ogni tanto devo averla troppo snobbata, con semplice indifferenza relegata a fenomeno atmosferico di cui non curarsi. Invece poi mi rendo conto che se con te c’è la persona che ami, il piacere di avere un ombrello non è di schivare la raffica di gemme che ti piove addosso. Si tratta bensì del sorridere alla selezione di gocce che nonostante tutto ti arrivano comunque addosso.

Fermarsi un minuto a respirare, e rimanere immobili e stretti nel crepitio. Oggi a Vicenza la pioggia portava il parco in una stasi particolare, che credo di aver vissuto poche volte. O meglio, di essermi fermato ad ammirare poche volte. Poi tutti i momenti e le parole ricordavano un po’ questa.

Un regalo perfetto: non te ne curi anche se il giubbotto ti diventa verde.

Crediti immagine

6 pensieri su “La pioggia nel parco

  1. Ragazzo mio, ascolta un cretino, tu devi scrivere! Lascia perdere Linux e Gimp e scrivi qualcosa, hai un tocco particolare.

  2. E gia’.. è proprio una bellissima sensazione, lascia uscire i brutti ricordi e nella pioggia sotto l’ombrello ci siete solo te e la persona che ami!! =)

  3. @ Fulvio, grazie.🙂 Be’ per ora ho la scuola che mi succhia buona parte della mia linfa vitale, però non è detto che in futuro non possa succedere. Oltretutto, mi sono accorto ora che c’è una piccola ripetizione nel testo.😀
    @ no1globe, giusto.

  4. Prego. Sarà che ero così intento a leggere piacevolmente il tuo post che non me ne sono neanche accorto.

Che cosa ne pensi?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...