Le bambine vestite da streghette

Sono buffe.

Fa veramente sorridere quando le vedi girare per le strade con un cesto od un sacchetto adibito a porta dolci per l’occasione. Ti dicono “Dolcetto o scherzetto” e le caramelle magari gliele dai pensando “Che scherzo vuoi che mi possano fare?”.

Non ne sono passate qui. Il quartiere è piccolo e sperduto, è abbastanza usuale.

Forse ne ho vista una per strada… Dico forse perché l’ho vista di sfuggita. Era sera, buio, l’asfalto bagnato e la voglia di raggiungere la palestra. Non mi interessava nemmeno di badare a cosa ci fosse intorno, occhi puntati sulla mia strada, avevo solo intenzione di arrivare ad allenamento.

Ma non è nemmeno un caso isolato… Sta diventando routine. Ci bado meno alle donne. Sì le chiamo tutte donne, dire “femmine” non sarebbe poi così elegante, e non mi voglio dilungare. Fatto sta che, strega o non strega, mi ha fatto venire in mente il titolo per questo post.

Ho pensato ed elucubrato un po’. Mi è parsa una similitudine simpatica quella tra le bambine/ragazze/donne e l’abbigliamento da strega. Come dice anche un mio amico, i bambini sono bellissimi. È vero, sono simpatici con quel modo di fare… Almeno che tu non sia un bambino, nel qual caso i tuoi simili diventano un incubo. Sto divagando.

Così sono simpatiche anche le piccole coi cappelli a punta che girano a chiedere caramelle assortite. Qui entra in gioco la parte buffa.

Da piccole si vestono da streghe, da grandi diventano streghe.

Un punto chiave che merita l’aspetto grafico di una citazione.🙂

Non mi è mai piaciuto troppo fare similitudini matematiche o scientifiche quando scrivo d’amore, ma in questo momento mi viene in mente il metodo scientifico. Fai una serie di prove e verifiche e troverai una legge che con un pizzico di fortuna andrà bene per ogni caso.

Il mio sbaglio è stato sempre quello di odiare le prove. Con le ragazze non ne ho mai fatte. Se le circostanze erano giuste, io entravo subito nella diretta, e la vivevo. La vivevo con la cinepresa accesa 24 ore su 24 e davo il massimo, perché se sbagli qualcosa non hai correzione.

Così mi sono accorto di una cosa. Le donne sono molto peggio degli amici, per un semplice motivo. Fate la prova, sbagliate con un vostro amico. Commettete una leggerezza grave, avanti. Magari si arrabbierà… Vi potrà tenere il muso per una settimana. E poi che farete? Vi sentirete, e dopo la stretta di mano sarete forse più amici di prima. Prendete una donna… Sì lo vedo il sorrisetto, avete già capito.😉

Dicevo, prendete una donna e sbagliate una virgola. Una cosa che sia piccola, infinitesimale. Voilà, ve la siete bruciata. Scordatevela proprio. Cancellatene il numero dalla rubrica, se l’avete. Tanto non vi parlerà più… L’occasione è passata. Interagire in qualche modo con lei avrà avuto lo stesso ritmo e la stessa tensione di un aggressione per strada. Avete avuto la vostra occasione per reagire nel modo giusto e avete fallito. Stop.

Ciao ciao a tutto, non sprecate il tempo a cercare di recuperare, non serve a niente. Il brutto di questo è che se si provano dei sentimenti per una ragazza il fallimento automatico dato dal fatto che non si è perfetti, dà fastidio. Parecchio anche.

Fa star male, e di arrendersi non ci si pensa proprio. Non ha ragione di esistere un senso che giustifichi il buttare al vento tutto quello in cui avete speso la migliore parte di voi.

Quello che dovrebbe più far pensare è che, l’esperienza insegna, più crescono più aumenta la cattiveria. E allora puoi star male anche per una ragazza più giovane di te, ma se lei lo fa senza cattiveria dura meno e si guarisce prima. Quando si comincia ad andare avanti, diventano arpie dentro. Ti logorano e ti bruciano come il sale sulle ferite. Spesso amano anche farlo, ne trovano piacere.

Come sempre, appena hai trovato la regola che ti permette di gestire tutto; arriva il caso che ti spiazza. Mi è successo di recente. Non ci sono di mezzo sentimenti, ma pensavo di aver “sbagliato la virgola” con una persona che mi dispiaceva un po’ dover eliminare dal mio piccolo mondo. “Peccato” ho pensato “avrei preferito non fosse successo”. E poi ho avuto modo di realizzare il contrario. È bastato un segno piccolissimo per dire che potevamo ancora agire come conoscenti e non come due nemici dopo uno scontro.

Preferisco, ed allo stesso tempo mi preoccupa un po’, il fatto che non sempre sia calcolabile il seguito. Dato che io calcolo sempre male, un po’ di imprevedibilità non guasta. Buon segno.

A volte questo mi fa pensare che ottimisticamente potrei scoprire come in realtà sotto all’apparenza  siano ancora tutte delle bambine.

Vestite da streghe.

Crediti immagine

Aggiornamento 02/11/2008: non mi piace modificare i post personali, ma c’era un “non” in un contesto in cui poteva essere frainteso in mille modi. Ho dovuto toglierlo.

15 pensieri su “Le bambine vestite da streghette

  1. beh mi è successo che stavo con una ragazza. le sue amiche mi chiamavano “il moroso perfetto” e lei……. mi ha lasciato. ora son due settimane che non la vedo e non la sento….

  2. Non fare l’errore di generalizzare troppo,cerca persone intelligenti e sensibili come noi,e vedrai…

  3. Non solo tu hai avuto problemi di questo genere.
    Certo, è brutto soffrire per questo, ma bisogna sempre continuare.

    È l’unica cosa che si può fare.

  4. “[…] Innamoratevi, se non vi innamorate è tutto morto… morto!
    Vi dovete innamorare e tutto diventa vivo, si muove tutto… dilapidate la gioia, sperperate l’allegria e siate tristi e taciturni con esuberanza! […]
    […] Dovete patire, stare male, soffrire.. non abbiate paura di soffrire, tutto il mondo soffre! […]”
    R. Benigni – La tigre e la neve (2005)

  5. @ frodo, infatti ogni cosa che accade è come un terno al Lotto.
    @ angelo, ma non generalizzo (come ho scritto alla fine, pensi di avere una regola e ti capita un evento che ti fa parzialmente ricredere)…
    @ navback, non soffro.🙂 Non so se si era capito ma il senso del post è un altro. Ovvero: ci sono dei momenti in cui vedo tutta la cattiveria, ed altri in cui mi chiedo se invece non sia solo una maschera sotto alla quale si nascondano delle creature dolci.
    Tutto qui.😉

  6. Bè la fine mi ha spiazzato un po’.. nn è del solito Lazza, bene!
    Cmq sono d’accordo di non generalizzare in maniera troppo esagerata, ma sono anche d’accordo sul fatto che buona parte sono proprio delle streghette =D

  7. assi! streghette a chi? 😛 😛
    cmq Lazza sn contenta x te e direi ke un pò di ragione ce l’ho anke io x ciò che ti dicevo… 😛
    beh cmq attenti che non faccia qualche magia… 😉 LOL… anzi io la magia l ho già fatta xk sto col mio amore… 😛
    E cmq BRAVO LAZZAAA!! visto ke ci sn cose anche imprevedibili???!! 🙂

  8. @ no1globe, infatti qui si verte su se siano solo mascherate da streghe o se lo siano veramente.😆
    @ Breeze, ciao strega! Come va?😉 Scherzo. Sì, giusto, ci sono robe imprevedibili…🙂

  9. Un consiglio da qualcuno che ha avuto una certa esperienza con le donne: quando si comportano così è perchè hanno bisogno semplicemente di un pretesto per “cancellarti”. Qualsiasi altra spiegazione è una vile scusa.

  10. Le donne è vero sono più dure degli uomini, ma non è vero che quando si sbaglia non si può recuperare. Dipende.

    Se la donna è innamorata e l’errore non è di quelli imperdonabili si riesce di solito a farla ragionare. Ma bisogna impegnarsi – questo è vero – molto più che con un uomo. Il fatto è che le donne amano sentirsi al centro dell’attenzione. Loro vogliono essere al primo posto nelle tue preoccupazioni e quando tu commetti un errore loro temono di non essere più importanti come prima. Ecco perchè fanno storie e tengono il muso. Vogliono vedere quanto sei disposto a lottare per riaverle, vogliono vedere quanto ci tieni.

    Il discorso è diverso per le strXXXe (no non volevo dire streghe), quelle per intenderci che amano comportarsi come se girando con te ti stessero facendo un piacere. Di solito con quel genere di persona vale la pena essere più forti. Fai capir loro che non sono importanti, che le ca**i quando hai voglia tu, come vuoi tu. La cosa peggiore che ti può capitare è che ti lascino, ma chissenefrega dopotutto?

  11. “Se la donna è innamorata”
    Impossibile.
    “quelle per intenderci che amano comportarsi come se girando con te ti stessero facendo un piacere”
    Ovverosia tutte.
    “La cosa peggiore che ti può capitare è che ti lascino”
    Questo è già un presupposto assai utopistico, perché parti dall’idea che ci possa essere una storia, il che non è fattibile per ragazzi intelligenti e quindi non superficiali.😉

  12. ma tu credi che tutti quelli che hanno una ragazza siano superficiali? tuo padre ha tua madre? è superficiale lui? è una strega lei?

    cerca di avere un’attitudine positiva, ci metterai un po’ ma una volta ingranata sarai più amabile e le ragazze verranno anche da te.
    In realtà trovo che spesso le ragazze siano più mature dei coetanei maschi, e a volte frequentano anche ragazzi bruttini ché han altre qualità (e non sto facendo doppisensi sessuosi!! o danarosi!!), cosa che spesso i ragazzi non fanno, dividendo il mondo femminile in due categorie “me la farei” vs “assolutamenteno, mai!”

  13. per sdramattizare un pelo ecco il primo consiglio per aver successo con le donne:

    si badi che è per ridere, non si prende in giro nessuno (anche perché non so che faccia abbiate!!)

  14. @ scimmia, i miei sono adulti però, no? E poi è vero che ci sono dei ragazzi idioti che ragionano “in binario” su bella/brutta. Io però parlo di sentimenti non di corpo. Secondo me è una cosa diversa.🙂 Simpatica la vignetta.

Che cosa ne pensi?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...