La crème del vettoriale su Linux

Se devo essere sincero il vettoriale non è un campo in cui mi destreggio bene quanto la grafica raster. Sapete com’è, a specializzarsi su una cosa si trascurano un pochino le altre, e poi per imparare bene tutto ci vuole tempo. In realtà, qualcosina lo riesco a fare, dai, per esempio la base del pulsante per un post a caso presente sul blog.🙂

Piccola parentesi a parte, nella mia ultima vacanza trascorsa insieme al gruppo di karate mi è capitato di ascoltare con interesse le lamentele su Windows Vista di un compagno di palestra. Naturalmente sono in breve tempo riuscito a convincerlo a passare ad Ubuntu, anzi sono stato io quasi a fermarlo facendogli prima leggere una copia di UbuntuSemplice, che sta assaporando in questo periodo. Appena finita la lettura mi darà il suo laptop che provvederò a convertire.😀

Questo aneddoto c’entra anche se non sembra, in quanto questa persona desidera dilettarsi di grafica, per cui mi ha anche pregato di dotarlo di software adatto in tal senso. Sapendo già in linea di massima cosa scegliere, ho però voluto approfondire la compatibilità con dei formati proprietari diffusi di tipo vettoriale. Ho fatto delle scoperte interessanti.

Per fare ciò, ho adoperato dei file campione presi da questo sito. Sono presenti anche formati di software DTP, ma questo è un argomento a parte. Mi sono chiesto in che misura egli potesse migrare i documenti senza dovere stare a convertirli uno per uno prima di togliere i software nativi.

Ora quindi analizzerò i migliori software vettoriali su Linux, e darò anche un giudizio. Ovviamente la qualità è un fattore soggettivo, quindi prendetela come un’opinione, non un dogma.

Inkscape

È il software che uso di solito e che padroneggio meglio tra quelli citati qui. Veramente versatile, con strumenti interessanti e facili come gradienti e sfocature, nonché maschere di livello, è l’ideale per la grafica web, 2.0 e non. Ha strumenti facilitati per i poligoni regolari e i parallelepipedi in 3d.

Le cose che non mi entusiasmano troppo sono la barra laterale troppo alta che non permette di regolare la finestra a piacimento per la mia risoluzione (risolvo usando l’emulazione dello schermo intero di Compiz) e la gestione dei livelli che secondo me spiazza un po’ chi proviene dalla grafica raster. Per quanto riguarda la gestione dei formati proprietari diffusi può leggere il formato Adobe Illustrator dalla versione 9.0 in su e salvare in formato Illustrator versione 8.0. Non chiedetemi il perché di questa contraddizione in quanto non ne ho idea.

Sito web

Xara Xtreme

Questo software nella sua versione per Windows è proprietario e pure a pagamento, il che fa anche sorridere. Dicono che abbia qualcosa in più, ma a me sembra che sia già ottimo così. L’interfaccia è un pizzico meno amichevole di Inkscape, ma comunque le cose importanti si trovano in poco tempo. Il programma utilizza un’organizzazione interna del suo formato di file veramente efficiente, ed ha degli effetti di sfumatura e trasparenza interessanti.

Le ombre e i rilievi sono molto semplici da usare, facilitando di gran lunga la creazione di effetti web “un po’ meno 2.0” ma sempre interessanti. Notevole anche lo strumento che crea transizioni tra forme diverse. Questo software è l’ideale per la parte pittorica, in particolare il ripasso di schizzi fatti a mano, va che è un piacere. Il programma legge e scrive tutte le versioni del formato proprietario di Adobe Illustrator.

Sito web

Sk1

Vedendolo a prima vista si sarebbe portati a dire che è di un’inutilità estrema. Ed attualmente, in effetti, è in fase di sviluppo ancora embrionale. Tuttavia, se ho deciso di metterlo qui un motivo ci deve essere. Un motivo che magari a molti non interesserà, ma ad altri farà molto comodo. Lo spunto me l’ha dato un utente sul forum di Gimpitalia, e dopo una ricerca ho trovato questo software. Ed ecco la sorpresa, si tratta dell’unico programma per Linux che può leggere (e persino salvare) nel formato CorelDraw. Utile se si lavora con altre persone che usano questo pacchetto.

Abbinato al programma in questione è in sviluppo un convertitore di file di immagini, che è alla base dei processi di importazione ed esportazione di Sk1. Se le premesse sono queste (e sono veramente ottime) credo che presto saranno aggiunti altri formati finora ostici, e ne sentiremo presto parlare.😀

Sito web

E adesso voglio proprio vedere chi ha il coraggio di dire che non esistono software vettoriali liberi di qualità!

20 pensieri su “La crème del vettoriale su Linux

  1. Non entro nel merito di Illustrator che non conosco e di conseguenza non uso (come Windows d’altronde).

    Per quel che riguarda i tre programmi che hai citato invece posso dire la mia opinione.
    Tra tutti, quello di gran lunga migliore e più accattivante, a mio parere, resta Xara LX.
    Purtroppo il suo sviluppo è praticamente fermo.
    Spero solo che riprenda al più presto visto che ora il porting del suo motore grafico su Cairo è possibile.

  2. Ma figurati, nemmeno io lo uso. E nemmeno mi interessa. È solo che sono stufo di sentire la gente che se la tira con l’equazione vettoriale=illustrator.😛

  3. Bè non so’ molto che dire…non sono della materia ci capisco ben meno che poco.. =|

    In ogni caso volevo commentarti lo stesso perchè ho letto il post e perchè era troppo tempo che non postavi e nn ci infilavo uno dei miei commenti inutili in questo blog =D

    Saluti! =)

  4. Riguardo al tuo aneddoto, consiglia al tuo amico di imparare ad usare il pc o di prendersene uno decente..fanboysmi a parte con hw decente e se uno non è un utonto vista va più rapido e stabile di ubuntu.. Tornando it inkscape è moolto potente e lo preferisco ad illustrator per fare dei lavoretti “semplici”. Adobe dovrebbe semplificare illustrator per renderlo simile ad inkscape lasciando comunque accessibili le funzionalità avanzate che quest’ultimo purtroppo non ha.

  5. @ no1globe, ah ah.🙂 Be’, grazie.
    @ lele85, ovviamente non potevo nominarli tutti, ho indicato quelli che preferisco.😀
    @ Thanatos, mi risparmio di risponderti su Vista, il peggiore OS della Microsoft di sempre (parere dato da esperti di informatica e case di hardware oltretutto), poi casomai i driver delle periferiche che non gli funzionano glieli scrivi tu se sei tanto volenteroso.🙂 Torno a ripetere che l’esempio di Illustrator era molto generale. Potevo tirare fuori CorelDraw, oppure Freehand (qualche anno fa era abbastanza apprezzato, ma ora è defunto); ed il succo non cambiava. Lo scopo è prendere gli schizzinosi e dargli un calcio nel sedere.😉 Anzi, modifico la conclusione così è più chiaro.

  6. Lazza vado abbastanza OT… ma hai notizie sull’uscita di ubuntusemplice 7.10? sul sito di ubuntista, oltre che su quello che tu stesso hai linkato, tutto tace!

    Grazie!

  7. Vada per l’OT, per stavolta.🙂 Ti dirò, il libro è uscito allegato ad una rivista, però con diversi difetti anche abbastanza gravi, per cui è stato chiesto un risarcimento alla casa editrice. Con tali soldi verrà pubblicata la prossima edizione di UbuntuSemplice (forse sarà la 7.10 o forse la 8.04).
    Comunque sia, se desideri leggere il libro completo puoi farlo esattamente dove noi l’abbiamo scritto, ovvero nel wiki!🙂 http://www.ubuntusemplice.org/7-10/Capitoli

  8. Se fino a un annetto fa poteva esserci confronto tra Xara e Inkscape, bisogna ricordare che, come è stato già fatto notare, lo sviluppo del primo è praticamente fermo, mentre Inkscape migliora nettamente a ogni aggiornamento. Attualmente (uso la 0.46) è paragonabile solamente ad Illustrator. Io, per esempio, Illustrator non lo uso più🙂
    Gli altri software per linux non citati (Karbon14, Skencil, ecc..) sono a un livello nettamente più basso.

  9. Anch’io prediligo Inkscape, ma per certi strumenti di Xara non so rinunciare nemmeno a quest’ultimo in alcune situazioni!😀

  10. Non fraintendetemi, Inkscape e’ un buon programmino.
    Solo che e’ troppo legato al formato SVG e questo comporta dei limiti inaccettabili.
    Un esempio?

    Create un rettangolo arrotondato. Se adesso volete che diventi trasparente verso il bordo,
    dovete usare il blur.
    Se pero’ voleste l’effetto inverso (il bordo 100% opaco e man mano che si va verso
    l’interno arrivare ad opacita’ 0, una specie di cornice) non c’e’ alcun modo di ottenerlo
    (sempre di non volere scomporre il tutto in 8 forme piu’ elementari e calibrarsele a mano)

  11. Ciao.
    Grazie per avermi fatto scoprire sk1, non lo conoscevo e mi fa piacere sapere che esista un programma che importi i file Corel Draw (il migliore programma di grafica vettoriale) utilizzo anche Windows solo per lui.

  12. Ciao!
    Senti un po’…premetto che con il computers non ci so fare molto (per cui, ti prego non parlare difficile!!)volevo sapere se conosci un buon sito o simili,che insegnano in che modo usare il vettoriale e illustrator dalle basi…
    Io ho cercato in giro, ma non ho trovato nulla di utile..
    (E per la cronaca, ho window vista… XD)
    Help me se puoi.
    Ciao!

  13. Ciao a tutti,
    qualcuno sa dirmi se esiste un software opensource che vettorializza file pdf che in origine erano immagini bensì raster?
    Grazie dell’aiuto!

  14. Ce l’hai davanti a te.🙂 Importi il pdf con Inkscape e poi usi la funzione di vettorializzazione sulle varie immagini che ci sono, cancellando poi l’immagine e tenendoti solo il vettoriale.

Che cosa ne pensi?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...