Jamendo provato ed approvato

In effetti se ne era già parlato nei blog, tuttavia, prima di esprimere un mio parere ho preferito aspettare un po’ di tempo. Premetto che non l’ho provato granché a fondo, tuttavia per quel poco che ho visto mi ha già fatto una buona impressione.

Sto parlando di Jamendo, un sito dove chiunque ami creare musica la può rilasciare sotto ad una licenza Creative Commons. Per maggiori informazioni comunque vi rimando alla pagina ufficiale del progetto. Lì sono spiegati in modo chiaro i dettagli.

Se non sapete da dove cominciare ad ascoltare vi consiglio di aprire il lettore di Jamendo ed andare alla playlist casuale, così potrete sperimentare.🙂

Ovviamente il fatto che questi brani siano sotto Creative Commons mi permette di inserirli senza problemi in questo post per la riproduzione. Per provare, ho scelto la canzone Les amants de cristal perché è una delle prime che ho trovato ed il testo mi è sembrato bello:

Je ne vois qu’un amant de cristal
Pour oser sourire alors que se déchire le voile
Qui recouvrait, cachait aux yeux des hommes ce dernier bal
Cette jolie farce léthale
Ce muet carnaval
Loin des bacchannales
Des hommes et de leur râles
Singeant devant Dieu
Notre soif de ce mal

Je ne peux croire qu’un cracheur d’étoiles
Pour pavanner à l’orée de ce conte astral
Et jongler d’une main leste de ces jolies sphères de métal
Se fendant d’un souffle fatal
Laissant une averse de pétales
Baigner ce bal
Cette jolie farce léthale
Des amants de cristal

Il mio parere su questo servizio non è estremista, non vi vengo certo a dire che d’ora in poi ascolterò solo musica Creative Commons; comunque ci sono molti brani di qualità che sono da apprezzare.

E poi, cosa c’è di meglio di un brano Creative Commons per avere una colonna sonora legale ai video che mettiamo su Youtube?😛

14 pensieri su “Jamendo provato ed approvato

  1. @Bl@ster

    anche io ero exaile dipendente. al momento ne sono uscito per jamendo (dato che l’ascolto quasi sempre) e quindi sono rhytmbox user…
    l’ho anche aggiornato da svn dato che mi risparmia 100 mb in meno di memoria usando jamendo

    @lazza

    bello sto gruppo francese, ora in ascolto su rhytmbox🙂

    la cosa bella di jamendo è che ogni giorno aggiugono 10-12, ma anche di più, album al giorno
    sarà un impresa ascoltarli tutti😛

  2. @ Bl@ster, be’ Jamendo lo puoi ascoltare da web.😉
    @ ILLuSioN²², io sto ancora esplorando, figurati se mi metto ad ascoltare 10 album al giorno!😀

  3. Ah bene😀
    Quando si parla di Jamendo io non posso mancare😀

    Io sono uno di quegli estremisti idealisti. Io ascolto solo musica libera, e devo dire che non c’è male. Ho le orecchie fine, non è che mi accontento. Ci sono alcuni album che sono davvero di ottima qualità. Un esempio? Cercate Xera, con la sua fusione di celtico elettronico. Oppure cercate i Black Era, un gruppo tutto italiano che suona musica trip hop. E per finire cercate Revolution Void e il suo electrojazz. Nei miei preferiti ci sono oltre 100 album, non saranno tutti al massimo della qualità, perchè alle volte magari c’è un solo brano che mi interessa o magari solo il concetto dietro l’album, ma molti sono ben fatti davvero.
    Per quanto riguarda il player, io per l’audio in streaming vado leggero con Audacious, altrimenti scarico tutto e uso MPD + Gmpc (il quale è anche in grado di suonare musica in streaming ma è una noia per farlo partire).
    Beh, buon ascolto a tutti!😀

  4. @ Lazza

    Gratis non significa libera, come noi tutti sappiamo. La licenza Creative Commons la considero “libera” perchè permette la ridistribuzione delle opere, non come il freeware. Alcune licenze CC permettono anche di modificare i brani. Su Jamendo ad esempio il gruppo Try^d rilascia la sua musica sotto una licenza che permette opere derivate (Creative Commons Attribuzione – Condividi allo stesso modo). E’ come una musica open source. Un altro esempio di come la Creative Commons incoraggia la libertà più che la gratuicità è ccmixter.org, dove tutti i brani sono rilasciati come campioni, liberamente modficabili, miscelabili, e così via, in modo da creare nuova musica. Libera perchè non ci sono frontiere per la creatività. Forse ho generalizzato un po’ con “musica libera”, ma ci sono molti album davvero liberi di essere anche modificati🙂

  5. @ finferflu,

    Forse ho generalizzato un po’ con “musica libera”, ma ci sono molti album davvero liberi di essere anche modificati

    Ecco adesso va meglio.🙂

  6. anch’io da quando ho l’adsl ho scoperto Jamendo e nel mio lettore mp3 sono già presenti diversi album.. mi piace la musica di Steven Dunston.. è il primo che ho ascoltato e mi ha colpito…gli altri non ho ancora avuto fortuna e tempo di ascoltarli… cmq mi sono segnata quelli consigliati da Finferflu che riprende il mio genere musicale.. e chissà che non mi piacciano!

    Ciao e buone vacanze Lazza!

  7. Pingback: Get out of the box » Italia, 20 milioni di € a 4 sfaticati

Che cosa ne pensi?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...