Riflessione profonda

Ascoltare Nek per me è sempre una grande emozione.

Nell’ultima puntata del Festivalbar, Nek ha interpretato la canzone Nella stanza 26 che secondo me è una delle più profonde che abbia mai cantato.

Questa è la canzone (Testo: Antonello De Sanctis – Musica: Nek) e questo è il testo:

Quell’insegna al neon
dice si poi no
è l’incerto stato d’animo che hai
non ce la fai
ma dagli uomini
che ti abbracciano
e ti rubano dagli occhi l’allegria
non puoi andar via
non puoi andar via

se le lacrime
ti aiutassero
butteresti via il dolore che ora c’è
è dentro di te

Nella stanza 26
tra quei fiori che non guardi mai
dove vendi il corpo ad ore
dove amarsi non è amore
e sdraiandoti vai via da te
nella stanza 26
dove incontri sempre un altro addio
che ferisce il tuo bisogno d’affetto
in quel breve contatto che non c’è

L’uomo che non vuoi
l’uomo che non sai
sta bussando alla tua porta già da un po’
ma non gli aprirai
come rondini
imprendibili
vanno liberi da un corpo stanco ormai
i pensieri che hai

Nella stanza 26
tra quei fiori che non guardi mai
se ti affacci vedi il mare
ricominci a respirare
poi ti perdi nella sua armonia
e hai il coraggio di andar via
via da un mondo sporco che non vuoi
via da un bacio che non ha tenerezze
che non sa di carezze

e cammini lungo il mare
nel suo lento respirare
tu sei parte di quel tutto ormai

Nella stanza 26
metti un fiore tra i capelli tuoi
mentre l’alba nuova ti viene incontro
nel profumo del vento

Nella stanza 26

Spero che possa offrire dei profondi spunti di riflessione sul tema della canzone, e che faccia cambiare idea a quelli che dicono che Nek fa canzoni frivole per adolescenti.

E come dice quella pubblicità, rispetto per ogni donna.

14 pensieri su “Riflessione profonda

  1. secondo me nek è un grande cantante, sia in italia che in campo internazionale!
    mi sembra che sia il cantante italiano più ascoltato all’estero…

    però la sua musica non è del genere che preferisco…

  2. A me Nek è sempre piaciuto, diciamo il 50% delle canzoni che mi vengono in mente sono molto belle.

  3. a me continua a non piacere!
    e lo trovo insopportabile!
    certo che pezzali non é secondo a nessuno, imho.

  4. ho letto il testo, per il video non ho tempo…
    cmq come gia scrissi su queste pagine, continuo a pensare che nek scriva, anzi, canti quello che gli scrivono per vendere, é essenzialmente pop melenso.
    di una pesantezza, a mio vedere, esorbitante.

  5. Non è il mio genere preferisco non aggiungere altro…
    Cmq mi pace il tema di fondo!!!

    !!! Dance Techno Trance 4ever !!!

    Byez!!!!!!!!!

  6. “é essenzialmente pop melenso.”
    Davide, è musica commerciale, non ti devi aspettare chissà che da questi cantanti. Ciò non toglie che il testo è bello.

  7. @ Tutti i criticoni del cavolo (senza offesa😛 ), il senso di questo post non l’avete proprio capito. Magari pensateci un po’ su ed evitate di scrivere cose non attinenti. Grazie.

  8. Pingback: Giornata contro la violenza sulle donne. Perché ne hanno parlato in pochi? « Il blog di Andrea Lazzarotto

Che cosa ne pensi?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...