La mia vita in poche canzoni

Ecco i testi di alcune canzoni che riassumono molto sinteticamente, e per certi versi, la mia “biografia“. I titoli sono volutamente un po’ criptici. Chi mi conosce profondamente capirà di sicuro.

Il prima

Gli occhi fanno quel che possono
niente meno e niente più
tutto quello che non vedono
è perché non vuoi vederlo tu

cosa vuoi che sia

passa tutto quanto
solo un po’ di tempo e ci riderai su
cosa vuoi che sia
ci sei solo dentro
pagati il tuo conto e pensaci tu

è la vita in cui abiti
niente meno e niente più
sembra un posto in cui si scivola
ma queste cose le sai meglio tu

cosa vuoi che sia
passa tutto quanto
solo un po’ di tempo e ci riderai su
cosa vuoi che sia
ci sei solo dentro
pagati il tuo conto e pensaci tu

chi ama meno è meno fragile

tutti dicono così
ma gli occhi fanno quel che devono
solo tu puoi non accorgerti

e il mondo che ti dice
“tu pensa alla salute”
e c’è chi pensa a quello
a cui non pensi tu

e il mondo che ti dice
“tu pensa alla salute”
e c’è chi pensa a quello
a cui non pensi tu

cosa vuoi che sia
passa tutto quanto
solo un po’ di tempo e ci riderai su
cosa vuoi che sia
ci sei solo dentro
pagati il tuo conto e pensaci tu

e il mondo che ti dice
“tu pensa alla salute”

e il mondo che ti dice
“tu pensa alla salute”

Cosa vuoi che sia – Ligabue

Affondando sempre più

Stanotte
che notte
non ho dormito niente
le botte
si le botte
quelle si
le ho prese in testa ma niente
non è servito a niente
mi ha fatto solo tornare in mente la gente
quella gente che non sa
che una bambina
ha preso tutti i miei sogni
che sogni
eran quelli che mi fanno andare avanti
ma più avanti non si va
e andrò alla fiera dei sogni
stanotte
andrò alla fiera dei sogni
che costa poco
e
c’è un sogno
che si chiama libertà
che non ho
libertà
che non ho
Il sole
che sole
entra dentro agli occhi
e alle parole
si le parole
mi ascolto di un po’ di Vasco
e il cuore muore
e se muore
è soffocato dalle bollicine del mare
che sale
e salirà
e una bambina
ha preso tutti i miei sogni
e che sogni
eran quelli che mi fanno andare avanti
ma più avanti non si va
e andrò alla fiera dei sogni
stanotte
andrò alla fiera dei sogni
che costa poco
e
c’è un sogno
che si chiama libertà
che non ho
libertà
che non ho
libertà
libertà
Stanotte
che notte
non ho dormito niente
le botte
si le botte
quelle si
le ho prese in testa ma niente
non è servito a niente

La fiera dei sogni – Cesare Cremonini

Oggi il mondo è in guerra con me
ho tutti alla gola meno te
la mia ragazza ormai non so dove sia
è un mese che se n’è andata via
Frasi acide ripetevi amico mio
ti fidavi del rock, ti ubriacavi e poi
sparavi al cielo cose cosi

e non mi dire che ho bevuto
il mondo intero mi ha fottuto
ora mi resti solo te
l’unico che in me c’ha creduto
vedi oramai sono fregato
e niente può cambiare più
non andartene, tirami un po’ su

Mezza luna poi svaccata su noi
si stava facendo i fatti suoi
al centro della piazza tirammo la zip
e pisciammo sul mondo schiena a schiena così
quando ti lasciai barcollavi abbracciato ai tuoi guai
forse li mi sbagliai
certo che non lo rifarei, gridavi

e non mi dire che ho bevuto
il mondo intero mi ha fottuto
ma se mi lasci pure te
io valgo meno di uno sputo
tanto ormai sono fregato
se lei mi vede cambia via
io con gli altri ormai
non sto in sintonia”
Ma non mi dire che hai bevuto
e che il mondo intero ti ha fottuto
adesso io non ci sto più
per questo stasera ti ho cercato
si ricomincia da domani
hai testa e mani anche tu per decidere, per tirarti su

E non mi dire che ho bevuto – Nek

Un passato che non si vuole chiudere

Mi dici cosa c’è
che non va
pensi ancora a quella storia là
lo so già
si fatica a stare soli
sai che rimango qua
finché vuoi
io capisco bene come stai
fossi in te credo che reagirei
Che consigli vuoi da me
se poi fai
quel che vuoi te
sai che mai
ti direi “va’ da lei”

se un regola c’è
non la chiedere a me
te ne devi fregare se lo puoi
se l’umore va giù
se non ce la fai più
guarda che non esiste solo lei
devi muoverti un po’ oh, oh, oh
c’è chi non dice no oh, oh, oh

Ti dò una mano io ma già so
quando capita un momento no
dentro hai un’angoscia che ti rompe
ti apriresti il petto poi
per mostrarle in quale posto è lei
non sai più cosa fai
ma sai che la vuoi

Se un regola c’è
non la chiedere a me
te ne devi fregare se lo puoi
se l’umore va giù
se non ce la fai più
guarda che non esiste solo lei
devi muoverti un po’ oh, oh, oh
c’è chi non dice no oh, oh, oh

E se t’ha lasciato addosso un male fisico
qua ci vuole solo un po’ di senso pratico eh..
una strada non c’è mai
c’è soltanto quella che tu fai
troverai una che
non dà guai guai, eh

se un regola c’è
non la chiedere a me
te ne devi fregare se lo puoi
se l’umore va giù
se non ce la fai più
guarda che non esiste solo lei
se un regola c’è
non la chiedere a me
te ne devi fregare se lo puoi
se l’umore va giù
se non ce la fai più
guarda che non esiste solo lei
se un regola c’è
non la chiedere a me
te ne devi fregare se lo puoi
se l’umore va giù
se non ce la fai più
guarda che non esiste solo lei
stop

Se una regola c’è – Nek

La svolta

Tutti mi dicevano vedrai
è successo a tutti però poi
ti alzi un giorno e non ci pensi più
la scorderai, ti scorderai di lei.

Solo che non va proprio così
ore spese a guardare gli ultimi
attimi in cui tu eri qui con me
dove ho sbagliato e perché
ma poi mi son risposto che non ho

nessun rimpianto nessun rimorso
soltanto certe volte capita che appena
prima di dormire mi sembra di sentire
il tuo ricordo che mi bussa
e mi fa male un po’

Come dicon tutti il tempo è
l’unica cura possibile
solo l’orgoglio ci mette un po’
un po’ di più per ritirarsi su

però mi ha aiutato a chiedermi
s’era giusto essere trattato così
da una persona che diceva di
amarmi e proteggermi
prima di abbandonarmi qui non ho

nessun rimpianto nessun rimorso
soltanto certe volte capita che appena
prima di dormire mi sembra di sentire
il tuo ricordo che mi bussa
ma io non aprirò.

Nessun rimpianto – Max Pezzali

Scorre piano piano la Statale 526
passa posti che io mai e poi mai
avrei pensato fossero così
ancora come quando qui
il cinquantino mi portava via dai guai
Invece di svoltare a scuola
andava giù alla ferrovia
due minuti di paura poi pronti via (poi pronti via)
La mia moto scorre piano sulla 526
attraversa dei profumi che poi
un metro dopo non li senti più
io respiro e mando giù
prima di perderli che non si sa mai
Da lontano un’altra moto
sta venendo verso me
alza il braccio e fa un saluto
che bello è (che bello è) ti fa sentire che
Basta un giorno così
a cancellare centoventi giorni stronzi e
basta un giorno così
a cacciare via tutti gli sbattimenti che
ogni giorno sembran sempre di più
ogni giorno fan paura di più
ogni giorno però non adesso adesso adesso
che c’è un giorno così
La mia moto scorre piano piano fino in città
il sole tra non molto tramonterà
mi fermo al rosso del semaforo
che mi dà tempo ancora un po’
prima che la moto torni al suo garage
il bambino su quell’auto
guarda indietro e vede me
alza il braccio fa un saluto
che bello è (che bello è) mi fa sentire che
Basta un giorno così
a cancellare centoventi giorni stronzi e
basta un giorno così
a cacciare via tutti gli sbattimenti che
ogni giorno sembran sempre di più
ogni giorno fan paura di più
ogni giorno però non adesso adesso adesso
che c’è un giorno così

Un giorno così – Max Pezzali

In realtà per descrivere tutto ne sarebbero servite di più ma non potevo inserirle tutte. Al di là di tutto comunque, nei momenti di lucidità mentale posso sentire la svolta. Essa non è ancora completa ma è ad un buon punto. La mia vita sta (ri)cominciando.

5 pensieri su “La mia vita in poche canzoni

  1. stavo leggendo (canticchiando) dal tuo blog “Un giorno così”…e c’era un riga che nn mi tornava…allora ho ascoltato la canzone…ed effettivamente c’è un errore…intorno alla 30° riga, nn è così: “prima che la mia moto torni al suo garage”, ma così:”prima che la moto torni al suo garage” !

  2. cmq frequento un forum d Zelda,(l’ho messo al posto del mio sito…xkè x me è come se fosse il mio sito visto ke là mi sento a casa…),lì c’è una sezione per postare le canzoni…e postando testi, mi accorgo, che in rete è frequentissimo trovare i testi pieni d’errori…addirittura il libretto nel cofanetto di Diamanti(Venditti), la canzone Stella c’ha 2 frasi invertite …ma dico io…quando uno ce va spende pure 26 €(o qualcosa del genere…)

  3. Capisco benissmo questo tuo percorso! lo sto passando pure io! compliementi! Max ci sostiene sempre con la sua musica!

Che cosa ne pensi?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...